Vuoi la tua pubblicità qui?
01 Ottobre 2022

Pubblicato il

Trasporti, piste ciclabili e sharing mobility: è già nostalgia Raggi?

di Lorenzo Villanetti
"Grazie all'amministrazione Raggi a Roma è boom di piste ciclabili e sharing mobility" tuona Linda Meleo, capogruppo M5S in Campidoglio
Virginia Raggi, volto con mascherina
Virginia Raggi

Dall’insediamento di Roberto Gualtieri in Campidoglio sono trascorsi già vari mesi, ma il tema della mobilità sostenibile, inerente soprattutto all’ex Sindaca di Roma, Virginia Raggi, continua a essere al centro di vari dibattiti. Linda Meleo, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Campidoglio, in una nota ha dichiarato:

“Nonostante Roma sia la città italiana più motorizzata, è bene sottolineare come grazie al grande impegno profuso dall’amministrazione Raggi la Capitale abbia conosciuto un vero e proprio boom delle piste ciclabili: stiamo parlando di ben 75 chilometri di nuove piste in tre anni, tra il 2018 e il 2021″.

“Boom di piste ciclabili grazie alla Raggi”

“L’idea di sviluppo della mobilità sostenibile tracciata dalla passata amministrazione – prosegue la nota – si articola poi con un’offerta complessiva di trasporto pubblico che raggiunge i 300mila posti per 362 linee di servizio e 8.400 chilometri di percorso. L’età media dei mezzi pubblici si è ridotta, passando dai 10,1 anni del 2019 ai 9,1 del 2020. Il 29,2 per cento della flotta è composta da veicoli elettrici, a metano o ibridi”.

Car sharing

“Abbiamo inoltre dotato Roma di un servizio di car sharing con 2.370 veicoli, di cui il 26 per cento a trazione elettrica. In città sono presenti quattro operatori, di cui tre privati. Ma esistono anche altre forme di sharing mobility: bike, scooter e monopattini gestiti da 11 operatori, con circa 950mila iscritti e una flotta di poco più di 22.700 veicoli. Tra questi ci sono anche 14mila monopattini elettrici. Insomma, un’eredità preziosa che speriamo l’attuale Giunta sappia valorizzare e sviluppare al meglio”.

Primo bilancio Gualtieri: le critiche mosse nei giorni scorsi

Dichiarazioni dal sapore di nostalgia e di parziale speranza, legata all’attuale Giunta. Giunta a cui però Meleo, nei giorni scorsi, non ha risparmiato aspre critiche. Nel merito del primo bilancio approvato dell’era Gualtieri, infatti, la capogruppo del M5S aveva commentato: “È un bilancio immaturo e scritto in fretta e furia. Grande assente è la sicurezza stradale e la mobilità sostenibile. Mancano infatti le risorse per costruire una città più vicina ai romani.

Non c’è nessuna risorsa per realizzare corsie e piste ciclabili, neanche il GRAB. Su questi temi abbiamo presentato degli ordini del giorno che dovevano impegnare sindaco e Giunta a proseguire progetti già avviati o a realizzarne di nuovi. Questi però sono stati tutti bocciati, segno di quanto interessino, nei fatti e non a parole, i temi della mobilità dolce e attiva a questa amministrazione”.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo