Vuoi la tua pubblicità qui?
03 Dicembre 2021

Pubblicato il

SS Lazio-Fiorentina 4-0: cronaca e pagelle

di Redazione
All’Olimpico la Lazio di Pioli asfalta per 4-0 la Fiorentina e raggiunge il Napoli al terzo posto

Stupenda. La Lazio abbatte per 4-0 la Fiorentina di Montella e vede la Champions, dopo una partita dominata in lungo e largo, senza lasciare scampo alla squadra viola.

Avvio subito frenetico: Biglia con un capolavoro dal limite sblocca il match già al 6’ minuto. Poi una timida reazione ospite affidata a Diamanti, ma la Lazio in pochi minuti prende, nuovamente, il controllo della partita. Tantissime occasioni sprecate con Neto in grande spolvero. Poi ancora lui, Lucas Biglia: l’argentino tenta il replay del vantaggio da più lontano, ma questa volta Neto prima e il palo poi dicono di no.

Ad inizio ripresa sembra non essere cambiato il leitmotiv della gara: la Lazio spinge, la Fiorentina regge, finchè può. Al 64’ uno scatenato Anderson guadagna un rigore, saltando nettamente Tomovic. Dal dischetto Candreva non sbaglia e sigla il 2-0.  Poi, a chiudere la partita ci pensa il solito, immenso, Miro Klose. Doppietta per il tedesco al 75’ e all’85’, con due gol di rapina. Game over all’Olimpico. L’aquila vola al terzo posto, la Fiorentina cade dopo tantissimo tempo.
Gare fantastiche di Biglia, Candreva e Klose. Anderson vince la sfida con Salah. Voti e giudizi dei protagonisti di Lazio-Fiorentina. 

Lazio

MARCHETTI 6 – Una certezza il numero uno di Pioli: esce benissimo sulle palle alte, attento sui tiri da lontano. Non abbassa mai la guardia, anche quando la partita è ampiamente finita. Portiere da Nazionale.

BASTA 7 – Annulla Pasqual. Combatte su ogni pallone e spesso diventa rifinitore. Una grandissima spina nel fianco per la difesa viola. Giocatore cresciuto tantissimo in questa stagione e che dimostra sempre la propria maturità sul campo.

DE VRIJ 7 – Perfetto. Non sbaglia un intervento. Chiude tutte le incursioni di Ilicic, Salah e Diamanti. Acquisto azzeccatissimo. Ottimo il lavoro della società, il suo in campo, non si discute.

MAURICIO 6,5 – In netta crescita rispetto alle prime uscite. Grande sicurezza; leggermente irruento in alcuni interventi, ma può migliorare. Accusa un problemino ed esce ad inizio ripresa. 

RADU 7 – Altra perfezione tra le fila della Lazio. Spinge come non mai sulla sinistra, si sovrappone, crea superiorità e blocca Diamanti. Non sbaglia una diagonale. Questa sera monumentale.

CATALDI 6,5 – Forse si vede poco in campo, nelle azioni che contano, ma il suo lavoro a centrocampo è imprescindibile. Recupera tantissimi palloni, li gioca tutti al meglio. Per la Lazio è già un punto di riferimento. 

BIGLIA 7,5 – Giocatore pazzesco: un regista coi fiocchi per Pioli. Inventa un gol da cineteca, ne sfiora uno da fenomeno. Non sbaglia un passaggio. Si propone quando i compagni sono in difficoltà e gestisce le chiavi di un centrocampo a due questa sera. In Estate Lotito dovrà respingere gli assalti delle big europee.

CANDREVA 7,5 – Nel primo tempo sbaglia qualcosina, ma regala comunque giocate di una classe immense. Nella ripresa diventa Superman sulla fascia e mette in crisi la difesa della Fiorentina. Batte un rigore in maniera impeccabile. Peccato per il giallo causato dall'esultanza. Era diffidato. Resta un giocatore formidabile.

MAURI 6,5 – Il Capitano recupera all'ultimo e regala il suo apporto alla Lazio. Si inserisce in ogni azione, sfiora più volte il gol. Un leader silenzioso, che parla sul campo.

ANDERSON 7 – Non segna, ma ci va più volte vicinissimo. Procura un rigore ai suoi e gioca una partita pazzesca. Un treno sulla sinistra: neanche i raddoppi lo riescono a fermare. Lui salta chiunque si ponga davanti. Un gioiello da coltivare. Fenomeno.

KLOSE 7,5 – Una doppietta facile facile, per un giocatore che non conosce eguali. Aggettivi finiti per un bomber senza tempo.

NOVARETTI 6,5 – Entra a freddo in partita, ma interpreta la gara nel migliore dei modi annullando Gilardino.

KEITA 6,5 – Entra a partita quasi finita, ma regala alcuni lampi di classe. Da apprezzare l'impegno.

ONAZI s.v.

Vuoi la tua pubblicità qui?

PIOLI 8 – L'artefice di questo capolavoro. Stefano Pioli entra nell'elite del calcio italiano. La sua Lazio è una squadra che gioca un calcio meraviglioso. Fenomeno per la panchina.

Fiorentina

NETO 6- Para tutto quello che può. Incolpevole sui gol.

TOMOVIC 5- Anderson lo ubriaca più volte. Lui non reagisce.

SAVIC 5,5- Il difensore meno in difficoltà dei suoi. Regge finchè gli altri lo seguono.

BASANTA 4,5- Sbaglia praticamente tutto. Klose gli fa girare la testa

PASQUAL 4,5- Una delle peggiori partite del capitano viola. Non azzecca quasi nulla.

KURTIC 5- Tanta buona volontà, ma pochissima qualità. Sbaglia troppi palloni a centrocampo.

BADELJ 5- Spreca l'occasione del pareggio. La sua prestazione è opaca, senza luce. Non inventa mai nulla che possa aiutare i propri compagni.

MATI FERNANDEZ 6- L'unico a provarci fino alla fine. Prova a dirigere il centrocampo viola, ma i compagni lo abbandonano.

DIAMANTI 5- Un tiro e poi nulla più. Scarsa condizione e poca verve.

ILICIC 4,5- Perde tutti i palloni che tocca e fatica restare in piedi.

SALAH 5- Non è serata, neanche per il fenomeno viola. Tocca pochi palloni e lo fa in maniera errata.

PIZARRO 5- Montella lo inserisce per dare ordine in mezzo al campo. Fallisce. 

Vuoi la tua pubblicità qui?

GILARDINO 5- Pochi palloni giocabili. Si vede raramente. La squadra non lo aiuta

JOAQUIN s.v.

MONTELLA 5- Cade la sua Fiorentina, dopo una pessima prova, senza anima nè grinta. Bisogna rivedere alcuni aspetti, ma le defezioni non mancano. 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo