22 Giugno 2021

Pubblicato il

Roma, Foschi (PD): “Sterilizzare i topi è l’ultima follia della Raggi”

di Redazione

"L'ennesima pazzia che fa il paio con le pecore tosaerba e le api contro lo smog", ha affermato il Vicesegretario del PD Lazio

Ha fatto molto discutere negli ultimi giorni una proposta arrivata direttamente dai vertici del Comune di Roma per contrastare la massiccia presenza di ratti nella Capitale: un'opera di sterilizzazione dei suddetti animali.

A lanciare l'idea era stato il responsabile del Benessere Animale nell'Assessorato all'Ambiente del Campidoglio, Edgar Meyer, che sulle pagine del "Corriere della Sera" aveva dichiarato: "Dobbiamo trovare alternative non cruente per contenere la popolazione dei topi a Roma. Penso a un bando per concorso di idee destinato alle università e ai centri di ricerca per individuare prodotti sterilizzanti da ingerire, evitando la sterilizzazione chirurgica. È inutile uccidere o allontanare i topi. È inevitabile che dove c'è l'uomo arrivano anche loro che sono a caccia di rifiuti".

A rispondere alla proposta della giunta capitolina è stato nella giornata di oggi il vicesegretario del PD Lazio, Enzo Foschi, che ha affidato la sua replica ad una nota ufficiale.

"Al ritorno dalle vacanze, in una città sommersa dai rifiuti, con mezzi Atac che quotidianamente vanno a fuoco e strade ridotte a piste per il rally, assistiamo all'ultima follia della giunta Raggi: la sterilizzazione dei topi di Roma, che qualcuno quantifica in addirittura 6 milioni", ha affermato Foschi.

"L'ennesima pazzia – prosegue – che fa il paio con le pecore tosaerba e le api contro lo smog. Lo zoo Roma, con i grillini in Campidoglio, pare non aver mai fine. Invece di togliere i rifiuti dalle strade, che sono i principali attrattori dei topi, la Giunta Raggi pensa di poterli sterilizzare: un atteggiamento schizofrenico. Povera Roma".

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento