17 Giugno 2021

Pubblicato il

“Roma dice Basta”, Piazza del Campidoglio piena contro Giunta Raggi

di Redazione

"Se non c'è un cambiamento effettivo dei cittadini non potrà accadere mai niente, a prescindere di chi sia il sindaco"

Piazza del Campidoglio è piena per la manifestazione contro la giunta Raggi. Sotto alla statua del Marco Aurelio ci sono molte persone, senza simboli di partito, per lo più over 40. 'Roma dice basta' è lo striscione più grande. Poi altri di critiche e sfottò, tipo 'Raggi incosciente e incapace' o 'Roma Raggirata'.
I manifestanti hanno eletto a loro 'bandiera' dei riquadri di rete arancione, quella che si usa per delimitare le aree di cantiere, le buche in mezzo alle strade e il rischio di crolli.

"L'iniziativa è nata da un gruppo di sei donne – spiega la portavoce Emma Amiconi , esperta di nuove forme della democrazia e della cittadinanza – a parte me: Francesca Barzini, giornalista al Tg3; Roberta Bernabei, storica dell'arte e guida turistica; Tatiana Campioni, ingegnere ed esperta in restauri; Martina Cardelli, editrice; Valeria Grilli, architetto".

"Abbiamo cominciato con una pagina Facebook che risponde a un Gruppo chiuso, 'Tutti per Roma Roma per Tutti', e che da quando è stato aperto ha superato i 20.000 iscritti – prosegue la portavoce – E' un gruppo nato da una parte per riportare l'attenzione su alcune emergenze della città che ci sembravano del tutto sottovalutate dall'Amministrazione, dall'altra parte per risvegliare la partecipazione, la propositività e l'energia che è dei cittadini, sia a livello di singoli che attraverso comitati, gruppi, realtà locali.

Secondo noi senza questa forza Civica, ricchezza della politica e della democrazia, a Roma non si va da nessuna parte. I problemi sono così grandi, così radicati, che se non c'è un cambiamento effettivo dei cittadini non potrà accadere mai niente, a prescindere di chi sia il sindaco".

"Lo slogan 'Roma dice Basta ' si può declinare in diversi modi, uno è maggiore considerazione, cura e rispetto per lo spazio pubblico: strade, marciapiedi, nettezza urbana, parchi e verde. Roma affoga nello sporco e nel traffico. Questo è brutto per chi ci vive, ed è terribile per chi ci viene a visitare. Gli stranieri sono inorriditi, e noi pensiamo che questa sia la prima cosa a cui bisogna mettere mano", conclude Emma Amiconi. 

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento