24 Ottobre 2021

Pubblicato il

Protesta

No Green Pass: Roma come Amsterdam accoglie 100mila persone

di Anna Mirabile
Sul palco dei No Green Pass anche una donna coraggiosa, la vice questore Schilirò, su cui già pesa un’ingiustificata azione disciplinare
No Green Pass, vicequestore Nunzia Alessandra Schilirò
No Green Pass, sul palco la vicequestore Nunzia Alessandra Schilirò

In 100.000 a Roma per la liberazione dell’Italia. La manifestazione organizzata da Ancora Italia, Movimento 3V, Visione Tv, Fronte del Dissenso, Fisi, No Paura Day e Primum non nocere è un trionfo.

I Green pass fasulli

Escono inquietanti notizie su Politici e Vip che comprano il certificato vaccinale fasullo per esibire un finto green pass ed esortare gli altri con ipocrisia a farsi l’iniezione, macchiandosi di una colpa morale gravissima. La gente onesta e sana, invece, soffre per la morte o gli effetti avversi del siero e della sperimentazione su figli, genitori e amici o semplicemente per il ricatto che li ha violentati con una siringa.

In molti hanno ceduto, piangendo, per lavorare o studiare contro la loro volontà, di colpo privati della possibilità di accedere ai cinema, ai musei, alle palestre, alle scuole, alle biblioteche, agli Atenei e persino sul luogo di lavoro. Qualcuno dovrà risponderne. A questo scopo il popolo si è unito per gridare ‘No’.

Il Grande Reset

Una dichiarazione di guerra che una risvegliata Barbara Palombelli non ha potuto fare a meno di riportare con sgomento in tv alcuni giorni fa, durante la puntata in onda su Retequattro ‘Stasera Italia’, insieme all’ex Direttore di RAI 2 Carlo Freccero contro il Grande Reset, un piano che parla di drastica riduzione della popolazione mondiale.

Nella festa dei Romani sono accorsi in 100mila, il popolo dei “No Green pass” che lotta per qualcosa di molto più grande di una puntura o di uno squallido lasciapassare.

Sul palco anche una donna piena di coraggio, una dirigente della polizia su cui già pesa un’ingiustificata azione disciplinare. Assurdo che chi serve con lealtà il popolo e la Costituzione italiana venga punito, mentre chi si sottomette al Regime sia premiato.

Il vicequestore Nunzia Schilirò sul palco dei No Green Pass

Storture dei giorni nostri. Ingiustizie senza senso come la sospensione dal lavoro dei tanti medici coraggio come il Dottor Mariano Amici che tante vite hanno salvato. Tutti i valori sono ribaltati. Il nonsense trionfa insieme a una morale in vendita. Per questo il vicequestore Nunzia Alessandra Schilirò è pronta ad avanzare anche senza divisa. “In molti nel corpo di polizia sono dalla nostra parte”, grida dal palco.

Nella piazza gremita ha parlato anche Luca Teodori del partito 3v, candidato sindaco di Roma che infiamma gli animi. Dopo di lui anche la giornalista Tiziana Alterio, autrice dell’ormai celeberrimo libro inchiesta “Il Dio vaccino”. Un’inchiesta nella quale, seguendo il denaro si dimostra che non ci possiamo fidare di nessuno. Coloro che il siero lo promuovono sono mossi da biechi interessi e non hanno di certo a cuore la nostra salute. Il Controllore e il Controllato coincidono e governano l’informazione e la politica e la Sanità. Al suo intervento segue quello di Francesco Toscano, il reporter indipendente di Visione TV che ha organizzato l’evento. E poi studenti, docenti e molti altri.

Dopo l’incontro in Piazza San Giovanni, sembra che alcuni pacifici manifestanti nella fase di deflusso sulla via Appia siano stati aggrediti dalla polizia senza ragione alcuna. Lo stesso sembra accaduto anche a Milano. Sdegno e disprezzo per chi si macchia di atti ingiustificati e inappropriati. Anche da parte dell’eroico Maresciallo dell’ Aeronautica, Roberto Nuzzo, saldamente impegnato nella difesa del bene del Paese.

Attenti allo scontro sociale

Purtroppo le rivoluzioni provocano sempre vittime innocenti. Il governo sembra che voglia lo scontro sociale. I cittadini invece chiedono giustizia.

Questa impressionante protesta a Roma contro il green pass è stata molto importante e precede lo sciopero a oltranza dei camionisti appena iniziato, che proseguirà nei prossimi giorni accanto ai centauri. L’Italia combatte per difendere la Costituzione, i diritti, la non profanabilità e sacralità del corpo e dell’ anima, il diritto allo studio e al lavoro, la tutela dei bambini e delle donne in gravidanza.

“Della nostra salute decidiamo noi. Siamo la Resistenza. Giù le mani dai bambini”. Questi gli slogan che in moltissimi ormai, vaccinati e non, condividono. Il meeting di Roma dei “No Covid Vax“, contro un farmaco non sicuro, è stata accompagnata da altrettante proteste in oltre 60 piazze di città italiane e di molte altre nel mondo.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo