01 Marzo 2021

Pubblicato il

Morte Mariam Moustafa, pestata da baby gang: ipotesi malasanità inglese

di Redazione

I familiari della povera ragazza hanno lanciato accuse all'ospedale inglese per aver sottovalutato le sue condizioni e averla dimessa con troppa facilità

Potrebbe rivelarsi un caso di malasanità inglese la morte di Mariam Moustafa, la ragazza nata e vissuta a Ostia fino a 14 anni, aggredita da una baby gang a Nottingham, in Inghilterra, e deceduta dopo tre settimane di agonia in ospedale. Gli inquirenti sono orientati ad accertare possibili omissioni o negligenze dei sanitari inglesi sullo stato di salute di Mariam.

I familiari della povera ragazza hanno lanciato accuse ai servizi sanitari del nosocomio inglese, il Queen’s Medical Centre, per aver sottovalutato le sue condizioni e averla dimessa con troppa facilità. La Procura di Roma intanto ha acquisito la documentazione clinica relativa a un ricovero di Mariam al Bambino Gesù di Roma, risalente ad alcuni anni fa per una patologia cardiaca.

Secondo il quotidiano “La Stampa”, la giovane vittima aveva un problema al cuore, e su questo particolare si stanno concentrando le indagini degli investigatori italiani, che hanno chiesto ai colleghi inglesi di trasmettere loro il materiale fino a ora prodotto dalle ricerche, compresa la cartella clinica del ricovero nell’ospedale inglese. Nella ricostruzione dei fatti realizzata dal programma tv “Le Iene”, si ipotizza anche un pestaggio eseguito per errore, uno scambio di persona. (Foto di repertorio)

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento