18 Settembre 2021

Pubblicato il

Librerie come associazioni, la proposta per evitarne la chiusura

di Redazione
Sul problema della chiusura delle librerie del Centro di Roma prende la parola il vicesindaco Luigi Nieri

Secondo il vicesindaco di Roma Luigi Nieri, una soluzione al problema della chiusura delle librerie del centro di Roma, potrebbe essere quella di trattare queste stesse librerie come “le associazioni, riducendo dunque il canone per gli affitti di strutture di proprietà comunale al 20%”.

Insomma, sgravi dei costi per queste librerie, al fine di bloccare la chiusura, se non addirittura promuovere l’apertura di altre. “Ricordo lo straordinario successo del bando del 2004 per l'apertura di nuove librerie in periferia. Ne furono aperte 23 nuove grazie ai finanziamenti dell'art.14 della Legge 266/97”. Il problema, è che oggi questa legge è ancora vigente, “ma sostanzialmente definanziata” – spiega Nieri.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Sul come procedere a questi sgravi, il vicesindaco, però, al momento non appare molto chiaro e concreto: “Sappiamo bene che i costi degli affitti dei locali, particolarmente in centro, risultano talvolta proibitivi, soprattutto per i piccoli librai. Perciò insieme all''assessorato alle Attività produttive stiamo studiando l'applicazione di strumenti utili a sostenere queste realtà”, alcune delle quali “già sgravate dei costi di affitto degli spazi di proprietà di Roma Capitale, grazie allo scomputo di alcune opere realizzate dai librai stessi. Stiamo verificando la possibilità di allargare la rete delle librerie nei sottopassi romani anche attraverso la loro riqualificazione. Il presidio delle attività commerciali e culturali all'interno dei sottopassi garantirebbe la sorveglianza dei luoghi e incoraggerebbe i cittadini a utilizzarli, rendendoli pienamente fruibili”. Una soluzione, forse, potrebbe essere quella di identificare “ulteriori spazi in centro e in periferia per destinarli ad attività di questo tipo attraverso bandi tematici” – conclude Luigi Nieri.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo