Vuoi la tua pubblicità qui?
07 Ottobre 2022

Pubblicato il

Lo sapevate che

Fattura elettronica: dal 1° ottobre cambiano le specifiche tecniche

di Redazione
L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la nuova versione delle specifiche relative alla gestione tecnica della fatturazione elettronica
Grattacieli che ospitano uffici
Grattacieli che ospitano uffici

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la nuova versione delle specifiche relative alla gestione tecnica della fatturazione elettronica, utilizzabili a partire dal 1° ottobre 2022. Le nuove previsioni si inseriscono nell’ambito degli interventi destinati a migliorare il processo di digitalizzazione dei documenti fiscali, che dal 1° gennaio 2019 è diventato obbligatorio per tutti gli operatori economici stabiliti o residenti in Italia.

Come chiarisce il comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate,tali aggiornamenti, non prevedono impatti indesiderati né sui fornitori né sulle PA, essendo le modifiche di cui sopra funzionali principalmente alla fatturazione elettronica tra privati.” Le novità introdotte hanno infatti l’obiettivo di garantire un’elevata qualità dei dati inviati tramite il Sistema di Interscambio (Sdi), questo grazie all’inserimento di nuove modalità di controllo e di specifiche modifiche tecniche.

L’intervento dell’Agenzia, evidenzia l’importanza, per privati e professionisti, dell’utilizzo di applicativi informatici conformi alle continue modifiche della normativa fiscale, che riescano a produrre, in un formato tecnico leggibile, il documento fiscale richiesto. La necessità di allinearsi con le novità del settore trova conferma anche nelle opinioni di InfoCert, il più grande Qualified Trust Service Provider in Europa, che sottopone i suoi software per la fatturazione elettronica a continui aggiornamenti per adattarli alle recenti specifiche tecniche: recepire e rispettare i continui cambiamenti della normativa fiscale rientra infatti tra le principali esigenze di aziende e professionisti, incluse le partite IVA in regime forfettario, recentemente incluse tra i soggetti obbligati al rispetto dei nuovi obblighi di fatturazione elettronica.

Cosa cambia: novità sui controlli

Consultando la versione 1.7.1 del prontuario, contenente le ultime specifiche tecniche per il colloquio tra il Sistema di Interscambio e i software che gestiscono le e-fatture, emergono alcune modifiche sui tracciati della fattura ordinaria e di quella semplificata. Il processo su cui si basa l’invio dei dati tra l’Agenzia e i soggetti privati prevede infatti la creazione di un file XML, al cui interno sono presenti una serie di parametri e informazioni che vengono verificati dal Sistema di Interscambio: quest’ultimo è una sorta di postino digitale che, prima della consegna del documento al destinatario, verifica che siano presenti le informazioni obbligatorie previste dalla legge.

L’Agenzia ha infatti introdotto un nuovo tipo di documento, il TD28, in sostituzione del TD17 e TD19, con l’obiettivo di facilitare la comunicazione dell’acquisto di beni con IVA da San Marino, documentati mediante una fattura cartacea.

Fattura elettronica – AltriDatiGestionali

Viene introdotto il blocco “AltriDatiGestionali” per consentire l’inserimento del campo relativo alla regolarizzazione dell’imposta a debito, versata attraverso il modello F24 e per riportare il periodo di imposta nel caso di operazioni di estrazione beni da deposito IVA. Vengono aggiornati i controlli dello Sdi sul contenuto dei file trasmessi: dal 1° ottobre sarà operativo il nuovo codice 00476, con cui si potranno verificare i casi di scarto dei file che riportano contemporaneamente un valore diverso da IT, nel paese dell’identificativo fiscale del cedente/prestatore e del concessionario/committente.

Tre le ulteriori modifiche introdotte dall’ultima versione delle specifiche dell’Agenzia delle Entrate figurano inoltre i nuovi criteri di controllo per gli errori che toccano una diversa tipologia di documenti: il criterio di controllo dell’errore 00471, per i documenti TD01, TD02, TD06, TD24, TD25 e per i file relativi alla fattura ordinaria (TD28) e semplificata (TD07). Sono state inoltre aggiornate le descrizioni del codice 00473, della natura N7 e modificato il criterio di controllo per il file TD28.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo