Covid, Bassetti: “Nessun allarme ma non è tutto finito. Servirà dose di richiamo”

4

Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, è intervenuto ai microfoni dell’Adnkronos, esprimendosi sull’andamento della pandemia in Italia, in particolare sulla variante Omicron.

Omicron e sottovarianti

“Nuova variante Omicron 3? È una sottovariante di Omicron che, in studi di sequenziamento, sì è visto che ha una piccolissima parte uguale a Omicron, attualmente in circolazione nel nostro Paese. Dal punto di vista formale la differenza tra Omicron 1, 2 o 3 interessa solo ai cacciatori di virus e a chi studia il sequenziamento. Ma hanno effetti identici, ovvero sono varianti gemelle“.

Bassetti: “Evitiamo terrorismo varianti, i vaccini funzionano”

“A livello di aggressività e di risposta ai vaccini, però, non c’è differenza. Io continuo a sottolineare che occorre evitare l’allarmismo o il terrorismo delle varianti, ogni nuova variante è accompagnata da un certo clamore e terrorismo mediatico che in qualche modo poi viene derubricato dalla realtà. I vaccini funzionano“, prosegue l’infettivologo.

“Covid, non è tutto finito”

“L’aumento dei contagi osservato nell’ultima settimana è un rimbalzo tipico della dinamica del virus. Soprattutto in questa fase che arriva dopo una amplissima circolazione nel mese passato. Dobbiamo vigilare e far sì che le persone tornino a pensare che il Covid sia un problema e che non è tutto finito, che ci sarà da fare un richiamo del vaccino antiCovid ma non si alza l’attenzione con il terrorismo delle varianti. Io non ci sto, la situazione in ospedale è tranquilla e senza pressioni” conclude Bassetti.