Vuoi la tua pubblicità qui?
16 Gennaio 2021

Pubblicato il

AS Roma – Feyenoord, “Roma Capitale si costituisca parte civile”

di Redazione

I gruppi Retake Roma, Roma Pulita! e Carte in Regola scrivono al sindaco Marino dopo i fatti di piazza di Spagna

I fatti di ieri sono, purtroppo, storia ben nota a tutti. Alcuni ultras olandesi, dopo aver preso di mira Campo de' Fiori, hanno devastato piazza di Spagna, mettendola a soqquadro, lanciando anhe fumogeni e bombe carta e provocando criche di alleggerimento delle Forze dell'Ordine che sono servite a disperdere in parte la loro presenza (qui foto e dettagli).

La guerriglia urbana è terminata, ma le polemiche non si esauriscono. Ed è caccia al responsabile. "Lo Stato e i vertici della sicurezza sono stati assenti" – dice il sindaco di Roma Ignazio Marino a RaiNews 24 nel condannare che ieri mattina, dopo gli scontri di Campo de' Fiori, verso le 7 è stato comunicato "dalla Prefettura e dalla Questura che era tutto a posto".

Vuoi la tua pubblicità qui?

Ma non viene risparmiato dalle critiche nemmeno lo stesso primo cittadino: la guerriglia urbana sembra essersi trasformata in una battaglia nei luoghi istituzionali a suon di richiesta di dimissioni del sindaco, del prefetto e del ministro Alfano, che si sono levate da più parti.

Vuoi la tua pubblicità qui?

E mentre si tenta di fare chiarezza sui fatti di piazza di Spagna, i romani non hanno dubbi: ad averci rimesso, ieri, oltre la Barcaccia del Bernini di recente restaurata (qui le foto dopo il restauro), è stata l'immagine di Roma nel mondo. Per questo le associazioni dei cittadini – Retake Roma, il gruppo Facebook Roma Pulita! e il Laboratorio Carte in Regola – hanno diramato su Facebook una lettera rivolta al sindaco Marino. "A seguito dei danneggiamenti delle ultime ore, perpetrati dai tifosi olandesi ai danni della nostra città, riteniamo doveroso che Roma Capitale si costituisca parte civile in eventuali procedimenti penali contro i presunti colpevoli, al fine di tutelare l'immagine stessa di Roma nel mondo" – si legge.

Aggiornamento ore 11.10. Con un tweet il sindaco di Roma Ignazio Marino ha risposto: "Grazie per la lettera, potete essere certi che @Roma si costituirà parte civile e chiederà i danni". E poi su Facebook aggiunge: "Roma chiederà pene esemplari per tutti coloro che ne hanno voluto umiliare bellezza, storia e identità. Vi ringrazio per l'affetto e l'attenzione che dimostrate per la nostra città. Mai come in queste ore ce n'è bisogno".

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento