22 Ottobre 2021

Pubblicato il

Roma. Sabato Seminario Gruppo Lazio Nidi Infanzia. Tutte le informazioni

di Redazione
Nel Teatro di Tor Bella Monaca si terrà il seminario "Piccoli passi per grandi apprendimenti. Continuiamo a ragionare sul curricolo 0 - 6"

Il Gruppo territoriale Nidi infanzia Lazio, nato nel 1981 e collegato al Gruppo nazionale Nidi infanzia, vuole divulgare a Roma e nel Lazio la cultura della fascia d'età 0-6 anni. Un impegno che si concretizza nuovamente sabato a Roma con il seminario 'Piccoli passi per grandi apprendimenti. Continuiamo a ragionare sul curricolo 0-6', nel Teatro di Tor Bella Monaca in via Bruno Cirino dalle 9 alle 14.

"L'iniziativa presenterà, oltre a due esperienze romane, anche due esperienze di Reggio Emilia e di Pistoia", racconta alla Dire Tiziana Bonfili, cofondatrice del Gruppo Lazio. Il Gruppo nazionale è "composto da educatrici, maestre, pedagogisti e altre figure professionali – continua Bonfili – che provengono da tutti i gruppi territoriali regionali.

L'ultimo convegno nazionale si è svolto a Milano e ha avuto come titolo 'Il curricolo è responsabilità'. In questi ultimi anni ci stiamo invece concentrando sul tema 'Quale curricolo per la fascia d'età 0-6 anni', e lo stiamo facendo attraverso degli scambi interregionali sul nostro fare educativo". Attualmente la presidente del Gruppo nazionale Nidi infanzia è la psicologa e pedagogista Nice Terzi di Parma, per il Gruppo territoriale Lazio la referente è Antonia Labonia.

"Il Gruppo nazionale si è speso di recente anche sulla proposta di legge 1260 elaborata dalla senatrice Francesca Puglisi per i servizi rivolti alla fascia 0-6 anni", conclude Bonfili. Per partecipare al seminario è necessario iscriversi inviando una mail a grupponidiinfanzialazio@alice. A ogni partecipante sarà fatto omaggio di un biglietto per uno spettacolo presso il Teatro di Tor Bella Monaca e sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo