16 Maggio 2021

Pubblicato il

Roma, picchiata e inseguita in ospedale dal marito

di Redazione

Un 40enne, non contento di averle rotto il setto nasale, l'ha inseguita per chiederle di non denunciarlo

Un banale litigio in casa tra moglie e marito, scaturito da futili motivi, ha fatto scattare l’ira di un 40enne romano, incensurato, che si è scagliato con violenza sulla moglie, una romana di 32 anni, prendendola a calci e pugni al volto fino a provocarle la rottura del setto nasale. La donna dopo le botte, si è recata all’Aurelio Hospital dove è stata sottoposta ad un intervento chirurgico per la ricostruzione del setto nasale.

L’uomo, non contento, l’ha inseguita fino in ospedale, minacciandola e intimorendola per evitare che lo denunciasse. La vittima però esasperata dai continui maltrattamenti subiti ha allertato il 112. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma intervenuti sul posto hanno sorpreso ed arrestato il violento mentre ancora si aggirava all’interno del nosocomio.

A seguito degli accertamenti dei Carabinieri è emerso che già in passato erano accaduti episodi analoghi e che la donna per paura di ritorsioni da parte del marito non lo aveva mai denunciato. Il 40enne, dopo l’arresto è stato associato al carcere di Regina Coeli, dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate. La vittima si trova tuttora ricoverata in osservazione in ospedale.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento