LO SAPEVATE CHE...

Stai visualizzando la versione precedente del nostro sito, tutti gli aggiornamenti li trovi QUI

Aprire un Negozio a Roma: Quanto Costa?
Sempre più romani si interrogano su quali siano le procedure corrette da seguire per aprire un negozio a Roma

Sempre più romani si interrogano su quali siano le procedure corrette da seguire per aprire un negozio a Roma e diventare così imprenditori di successo nella propria città.

Aprire un negozio è sicuramente uno dei modi migliori per raggiungere la libertà finanziaria ma è anche vero che l’apertura di un’attività richiede adempimenti burocratici e spese che non devono essere trascurate.

Se la parte burocratica è stata semplificata grazie al Decreto Bersani (non è più necessario possedere la licenza per aprire un’attività, a parte due casi particolari che vedremo dopo), non è semplice invece fare una stima corretta dei costi necessari per avviare un’attività.

Come Aprire un Negozio a Roma?

Come abbiamo spiegato poco sopra, non è più obbligatorio possedere la licenza per avviare un’attività a Roma e questo semplifica molto il processo burocratico.

Ci sono però 2 casi in cui la licenza è necessaria:

-    Le tabaccherie;

-    Le attività con un locale maggiore di 250 metri quadrati.

Cosa bisogna fare quindi per aprire un negozio se non si ha l’obbligo di avere una licenza?

È necessario presentare la SCIA Commercio Roma presso lo Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) del Comune di Rome.

La SCIA è infatti la Segnalazione Certificata di Inizio Attività, ovvero il documento che ogni titolare di un’attività deve possedere per dimostrare di essere conforme alle norme igienico sanitarie, urbanistiche ed edilizie.

La SCIA ha prezzi diversi se si tratta di una SCIA Alimentare (Roma) o una di tipo non alimentare.

Requisiti per Presentare la SCIA

Per richiedere una SCIA di vicinato bisogna rispettare dei requisiti morali (non aver ricevuto condanne con pena maggiore ai 3 anni di reclusione) e professionali (variano in base al settore in cui si apre l’attività).

E per quanto riguarda le scartoffie burocratiche?

Per quanto riguarda le pratiche da compilare, esse sono state sostituite da un unico documento, il Certificato Unico.

Nel Certificato Unico:

-    Si richiede l’apertura della Partita IVA;

-    Si richiede l’iscrizione all’INPS per i propri dipendenti;

-    Si apre la Posizione presso l’INAIL;

-    Si sottoscrive l’iscrizione al Registro delle Imprese.

Come puoi notare, negli ultimi anni è stato semplificato notevolmente il processo per aprire un’attività a Roma, per rendere l’imprenditoria individuale una strada accessibile a tutti

Quanto Costa Aprire un Negozio a Roma?

Fare una stima dei costi per l’apertura di un negozio non è sempre facile e un errore in fase di stima può portare facilmente al fallimento della nostra attività in poco tempo.

Occorre dunque stilare con attenzione un business plan per pianificare l’investimento iniziale e quanto tempo impiegheremo per rientrare dall’investimento iniziale.

In questo caso ci viene in aiuto questa guida che ci spiega come aprire un negozio secondo Intraprendere dove possiamo trovare le 13 spese che devi necessariamente sostenere quando stai pensando di avviare una tua attività.

Altezza Minima Locali Commerciali: Qual è?

Una domanda da porsi quando si sta ricercando l’edificio giusto dove posizionare la nostra attività è se i locali che stiamo visionando rispettano l’altezza minima dei locali commerciali a Roma.

L’altezza minima richiesta dalla legge è infatti 3 metri se ci sono persone che lavorano all’interno dell’attività, l’altezza richiesta può essere invece più bassa nel caso di archivi, depositi o spazi espositivi.

Nel caso in cui non si rispetti questa normativa, si rischia anche la sospensione temporanea dell’attività per adeguarsi alla legge, è bene quindi fare attenzione a questo aspetto.

Quando Scegliere il Franchising?

Aprire un negozio in franchising a Roma può essere un’ottima idea.

Il franchising infatti presenta molti vantaggi rispetto all’apertura di un negozio tradizionale, soprattutto per chi è alle prime armi.

I vantaggi del franchising sono costi più bassi di apertura, pubblicità e marketing gestito dalla casa madre e formazione sulle tecniche di vendita e per il personale.

Inoltre grazie al franchising possiamo contare su un brand già riconosciuto, saranno quindi i clienti a cercare noi e non viceversa, un bel vantaggio quando l’attività è appena avviata.

Stai visualizzando la versione precedente del nostro sito, tutti gli aggiornamenti li trovi QUI


ARTICOLI CORRELATI
Gigi Proietti lancia l'appello per salvare la storica Lupa Capitolina
Un cocktail party nella suggestiva piazza Capranica per il giovane brand di Altamura
Un sassolino nello stagno. Un break – non pubblicitario – nella palude dei luoghi comuni, sanitari e non
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
Contattaci

[ versione mobile ]