SEI DETENUTI SONO MORTI DURANTE LA RIVOLTA A MODENA

Stai visualizzando la versione precedente del nostro sito, tutti gli aggiornamenti li trovi QUI

Penitenziari, 20 evasi a Foggia, hanno incendiato e devastato uffici FOTO
Il coronavirus sta mandando in tilt gli apparati dello Stato italiano: le carceri sono in rivolta da nord a sud del paese

Il coronavirus sta mandando in tilt gli apparati dello Stato italiano, dagli ospedali che lanciano bollettini di guerra e approcciano con il metodo della "medicina delle catastrofi", alle carceri, che sono in rivolta da nord a sud del paese. La tenuta dello Stato sembra in pericolo e si invoca l'intervento dell'esercito per assicurare garanzie ai detenuti stessi, alla polizia penitenziaria e in difesa dello stato di diritto dove l'ordine sociale non può essere sconvolto dall'emergenza sanitaria. 

La comunicazione ricevuta dal comando provinciale di Foggia, parlava inizialmente di 370 evasi, ma la cifra era stata sovradimensionata nei momenti caotici della fuga.  Secondo le notizie aggiornate i detenuti evasi dal carcere di Foggia, sono una ventina. Avrebbero anche rubato una Hyundai i10. 

Anche nella Capitale intanto, si stanno verificando disordini nel carcere di Rebibbia e in quello di Regina Coeli: a Rebibbia incendiati materassi e a Regina Coeli ci sono detenuti che protestano sui tetti

Leggi anche: 

Coronavirus, sospese messe e funerali. La Chiesa: misura fortemente restrittiva

Il critico gastronomico Visintin: "Deponiamo cocktail e armiamoci di buon senso"

 

 

Stai visualizzando la versione precedente del nostro sito, tutti gli aggiornamenti li trovi QUI


ARTICOLI CORRELATI
In questi giorni si sono rapidamente esaurite le scorte di Lisozima, non solo in farmacia, ma anche da parte dei produttori e fornitori
Il Covid-19 penetra attraverso le vie respiratorie che vanno deterse mediante lavaggi nasali, con soluzioni saline e gargarismi iodati
Problema di sicurezza nazionale, sopravvivenza di sistemi economico-sociali, ordine pubblico e persino la continuità delle istituzioni
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
Contattaci

[ versione mobile ]