TRASPORTI IMPOSSIBILI

Stai visualizzando la versione precedente del nostro sito, tutti gli aggiornamenti li trovi QUI

Roma, Atac è morta da un pezzo. Ormai siamo all'accanimento terapeutico
Per essere risanata la municipalizzata dovrebbe tagliare almeno duemila dipendenti, mentre sono 1500 le persone che ogni giorno non si presentano al lavoro

Un disastro annunciato. Il servizio offerto da Atac nella prima metà del 2019 è ben lontano dagli obiettivi previsti dal concordato. Di cosa si tratta? Del piano approvato dal Tribunale per evitare il fallimento della municipalizzata che prevedeva un numero di chilometri da percorrere che in realtà sono stati inferiori alla cifra richiesta dal documento. A rivelarlo i dati contenuti nei rapporti di servizio mensili di Atac nella prima metà del 2019, elaborati dal blogger Mercurio Viaggiatore. 

E c’è già la certezza matematica che Atac fallirà l’obiettivo principale, che è quello sul servizio svolto dagli autobus, ma dovrà alzare bandiera bianca anche sui tram, filobus, Metro B e Metro C.

Atac, per essere risanata e diventare più efficiente - scrive "Il Foglio" -  dovrebbe tagliare almeno 1500-2000 dipendenti. Per non parlare del numero delle persone, 1500 che ogni giorno non si presentano al lavoro, portando il tasso di assenteismo sopra al 12 per cento. C'è di più: la municipalizzata perde due milioni di euro al giorno e nello stesso tempo avrebbe bisogno di un nuovo parco macchine. Un disastro senza soluzione. 

 

Stai visualizzando la versione precedente del nostro sito, tutti gli aggiornamenti li trovi QUI


ARTICOLI CORRELATI
75.000 persone che non risultavano e che quindi non pagavano sono state scoperte e denunciate da AMA. “Come se l'intera città di Latina avesse smesso di pagare i rifiuti”
La sindaca su Facebook: "Oggi è un giorno di svolta per il trasporto pubblico di Roma. Per migliorare la qualità della vita dei cittadini"
Da oggi sono nero su bianco le tutele per i lavoratori dell'azienda durante il delicato periodo del concordato preventivo
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
Contattaci

[ versione mobile ]