TEMPI DURI ANCHE PER BIOPARCO

Stai visualizzando la versione precedente del nostro sito, tutti gli aggiornamenti li trovi QUI

Roma, Ecoitaliasolidale: Bioparco rischia chiusura, mancano fondi Comune
E' lo stesso presidente del Bioparco, a rivolgersi ufficialmente alla Sindaca Raggi paventando la chiusura della struttura

"Il famoso Bioparco di Roma, inaugurato nel 1911 e che si è aggiornato nel tempo da giardino zoologico a centro per la conservazione della biodiversità e per l'educazione ambientale con l'attuale amministrazione pentastellata rischia la chiusura e comunque una minore attenzione e disposnibilità economica per l'alimentazione e la salute degli animali che vengono ospitati".

E' quanto dichiarano in una nota Piergiorgio Benvenuti e Fabio Ficosecco rispettivamente Presidente Nazionale e responsabile per Roma Capitale del Movimento Ecologista e animalista Ecoitaliasolidale. "E' in crisi l'andamento economico della Fondazione Bioparco, partecipata per un terzo dal Campidoglio, a causa della mancata erogazione dei fondi pubblici, nonostante le somme siano state inserite nel piano comunale degli investimenti fino al 2020.

Gli arretrati non ancora versati al Bioparco ammontano a tre milioni di euro: uno del 2018, due di quest'anno.

E' lo stesso presidente del Bioparco, Francesco Petretti a rivolgersi ufficialmente alla Sindaca Raggi paventando addirittura 'la chiusura della struttura e le dimissioni contestuali di tutti gli organi di gestione'. Intanto si sta procedendo ai tagli dovuti da una parte alla mancanza di risorse provenienti da Roma Capitale e dall'altra per una gestione non ottimale della struttura che sta perdendo utenti e quindi visitatori ed il Cda, come in altre Municipalizzate del Comune, ha rinviato l'approvazione del bilancio.

Ora si darà la responsabilità al clima ed alle piogge -incalzano Benvenuti e Ficosecco- per la mancanza di visitatori, sta di fatto che la nostra preoccupazione oltre alla chiusura della storica struttura che ha superato momenti difficili come l'ultimo conflitto mondiale, è la salute degli animali. Infatti i tagli già in corso stanno interessando il settore veterinario e quindi la salute degli animali, e non vorremmo che possano interessare anche l'alimentazione e la manutenzione delle strutture ospitanti.

Anche il Bioparco di Roma sta vivendo momenti difficili per la pessima amministrazione capitolina attuale. Faremo sentire la nostra voce - assicurano gli esponenti di Ecoitaliasolidale- e siamo pronti a forme di protesta per garantire la salute degli animali del Bioparco di Roma".

(Com/Red/ Dire) 

Stai visualizzando la versione precedente del nostro sito, tutti gli aggiornamenti li trovi QUI


ARTICOLI CORRELATI
La qualità dell'aria nella Capitale è peggiore di ogni altra grande città italiana
"A distanza di un anno dai grandi incendi boschivi che hanno mangiato suolo e aree verdi, nulla è cambiato"
Il Parco Nazionale del Veio era diventato una discarica a cielo aperto e nessuno se ne era accorto
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
Contattaci

[ versione mobile ]