CRONACA
Piazza Sempione teatro di risse con accoltellamento e degrado
Al via una raccolta firme per chiedere ordine e sicurezza promossa dai consiglieri d'opposizione Filini e Bonelli

Faide interne “agli immigrati di varie etnie che si contendono il territorio” rendono piazza Sempione una delle “piazze più insicure della Capitale”, teatro di “continue risse anche con accoltellamenti, che hanno segnato l’estate di Montesacro” e che sono “riconducibili alla delinquenza che gravita attorno al parco Sempione, dove i residenti sono costretti a vedere scene di degrado, fatto di spaccio, prostituzione, gente ubriaca, drogata e molesta”. A raccontare questo scenario, che stentiamo a credere riguardi la Capitale, sono Francesco Filini e Cristiano Bonelli, consiglieri d’opposizione in Municipio III.

“A farne le spese finora sono stati i residenti che hanno visto il loro quartiere trasformarsi in un piccolo bronx dove la presenza di accampamenti abusivi, sbandati e delinquenti organizzati in bande, ha reso la zona pericolosa e insicura” – proseguono i due nel racconto, che riferiscono anche di un altro problema: “Per non parlare dei gestori dei locali che, alla loro richiesta di controllo del territorio e di sicurezza, il Municipio ha ben pensato di rispondere con rigidi controlli sulle occupazioni di suolo pubblico per elevare multe laddove venivano riscontrati pochi centimetri in più sui tavolini, quando l'abusivismo commerciale di merci contraffatte regna indisturbato ovunque. Per la Giunta Marchionne ogni occasione è buona per massacrare il piccolo commercio e fare cassa”.

A fronte di tutti questi elementi, e “vista l'incapacità dell'amministrazione Marchionne di affrontare il problema, abbiamo dato vita ad una petizione che in pochi giorni ha raccolto tantissime adesioni per chiedere alle forze dell'ordine di concentrare i controlli nella zona di Piazza Sempione, per garantire l'ordine pubblico e la sicurezza dei residenti, degli esercenti e dei tanti ragazzi che scelgono di ritrovarsi in una delle piazze più belle di Montesacro per socializzare e stare insieme”.

 


*Foto di archivio


ARTICOLI CORRELATI
"Soffro per questa situazione, ma i politici che oggi ci danno lezioni su come risanare l'azienda e ce l'hanno avuta in mano per decine di anni?"
La denuncia del presidente del sindacato Cambia-Menti m410: filobus non funzionanti, pochi operai, molti soldi buttati
Degrado, incuria, sporcizia, pericolo sanitario: ecco le parole all'ordine del giorno
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
1
"È stato un assalto pieno di violenza, che non riusciamo a comprendere, noi non abbiamo nemmeno risposto alle loro provocazioni"
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]