CRONACA
Droga: interventi chirurgici ai cani
La gang "Latinos" effettuava macabre operazioni ai poveri animali per spacciare la droga (foto)

Roma-  Nascondevano la cocaina, proveniente dai 'cartelli' colombiani e messicani, nelle viscere di cani di
grossa taglia, che all' arrivo in Italia venivano uccisi per recuperare la droga. Gli animali, prima di partire, erano sottoposti a operazioni chirurgiche che permettevano di stipare nel loro intestino ovuli di cocaina purissima. Il macabro particolare è emerso dalle indagini degli agenti del Commissariato Mecenate di Milano, che sin dalle prime ore della mattinata stanno eseguendo 75 ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico di 18 minorenni e 57 maggiorenni, quasi tutti cittadini dell' America Latina, gravemente indiziati di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati contro la persona, il patrimonio, traffico di stupefacenti e detenzione di armi.
Ad uno dei membri della gang, individuato in Spagna è stato emesso a suo carico un mandato di arresto europeo. Tuttora è ricercato sul territorio di Barcellona. A tale proposito sono state eseguite sul territorio della provincia di Roma numerose perquisizioni domiciliari a carico di persone presumibilmente coinvolte nell'ambito delle organizzazioni criminali.


ARTICOLI CORRELATI
Dei 29 ovuli sequestrati, di colore blu e bianco, ad indicare cocaina ed eroina, 12 sono stati espulsi in ambulanza, 13 in ospedale
Arrestata dalla Polizia dopo lo sbarco in aeroporto
Giornata in compagnia degli amici a 4 zampe domani, a partire dalle 10 fino alle 20
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Nello scontro frontale tra due veicoli, una donna di 47 anni è deceduta e la figlia 14enne che era a bordo con lei si trova in codice rosso al Sandro Pertini
Data di pubblicazione: 2019-11-13 10:34:06
2
Il 24enne è stato ucciso con un colpo di pistola alla testa la notte del 23 ottobre scorso davanti al pub John Cabot, nella zona di Colli Albani
Data di pubblicazione: 2019-11-04 21:47:41
3
Dall'omicidio del "re del caffè" Palombini al sequestro dell'Axa: una vita da delinquente
Data di pubblicazione: 2019-11-06 08:04:46
4
La mamma risiedeva nel centro storico della città, nel quartiere Castello e il figlio era con lei
Data di pubblicazione: 2019-11-15 18:50:21
5
Ancora spari nel mezzo del traffico della città. I cittadini si sentono abbandonati dalle Istituzioni, e invocano misure straordinarie di sicurezza
Data di pubblicazione: 2019-11-15 12:56:00
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]