CRONACA
Labaro e Prima Porta, dall'alluvione nulla è cambiato
A Labaro cumuli di rifiuti; a Prima Porta nessun sussidio

E' passato ormai più di un mese dall'alluvione che ha colpito Roma lo scorso gennaio ma, come abbiamo avuto modo di documentare, sono ancora molti i disagi che i cittadini sono costretti a vivere quotidianamente. 

Dopo aver elencato le strade chiuse e bloccate in varie parti della città, è la volta del quartiere Labaro. Come testimoniano le foto, "esiste una catasta di materiale di risulta portato dalla piena e ancora non propriamente smaltito. A guardarla da lontano sembra terra e fango. In realtà è un cumolo di immondizia, rami, plastica. E carcasse di animali morti" - spiega il consigliere di Roma Capitale Roberto Cantiani.

Ma c'è dell'altro. Stavolta a parlare è il consigliere regionale Adriano Palozzi, che denuncia l'immobilità delle istituzione nei confronti delle famiglie alluvionate di Prima Porta. "E’ immorale e tragico - dichiara - quello che stanno passando le tante famiglie di Prima Porta colpite a fine gennaio dalla tremenda alluvione, che ha devastato i territori nord della Capitale. Gente sfortunata che ha perso la casa e che, danno oltre alla beffa, attende da ormai due mesi sacrosanti risarcimenti. Denaro che, seppur parzialmente, avrebbe potuto già alleviare quella sofferenza materiale e psicologica, sottovalutata ancora dalle istituzioni. E invece a sessanta giorni da quella tragedia siamo ancora qui ad esortare il governo a fare presto e a calendarizzare quanto prima lo stato di calamità".

Secondo Palozzi, è necessario che anche le istituzioni locali sollecitino e facciano "maggior pressing" nei riguardi del sindaco Marino e del governo "perché donne, uomini, bambini e anziani di Prima Porta non possono più aspettare".


ARTICOLI CORRELATI
L'annuncio è stato dato da Marco Pomarici. Domani l'ufficialità del passaggio
"Da mesi i cittadini di Labaro e Prima Porta chiedevano un appuntamento con la Prefettura per discutere dei problemi di sicurezza e ordine pubblico"
Appello al sindaco Ignazio Marino per salvare l'iniziativa
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
1
L'episodio è accaduto poco prima delle ore 9:00
2
Il Tar del Lazio ha giudicato "infondato nel merito", il ricorso proposto da Roma Multiservizi Spa contro Roma Capitale
3
L'associazione annuncia un esposto in Procura. Rienzi: "Le strade della Capitale sono invase di spazzatura che rimane giorni e giorni sotto al sole cocente senza essere rimossa"

4
Un motociclista di 36 anni ha perso la vita dopo una scontro con una Lancia Delta a Poiano
5
Il giovane, di 27 anni, era con un gruppo di amici romani ed è morto sul colpo
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]