CRONACA
Porta di Roma, morto bambino soffocato da hot dog
Il piccolo era rimasto soffocato mangiando hot dog al centro commerciale presso il ristorante Ikea

Non ce l'ha fatta il piccolo di 3 anni che era rimasto soffocato, giovedì scorso, mangiando un hot dog, mentre mangiava al ristorante di Ikea, presso il centro commerciale Porte di Roma. 

I GENITORI DONERANNO GLI ORGANI Il bambino si è spento presso la Terapia intensiva pediatrica del Policlinico Gemelli di Roma. In una nota l'ospedale fa sapere che: "I genitori, duramente colpiti dalla tragedia familiare, con un atto di estrema generosità hanno espresso ai medici del Gemelli il desiderio che la morte del loro bimbo serva a salvare altre piccole vite, dando il consenso alla donazione degli organi del figlio".

TRE AMBULANZE Al centro commerciale di Roma Nord, in soccorso del bambino, erano arrivate addirittura tre ambulanze con a bordo un medico che aveva praticato manovre di disostruzione e rianimazione. Dopo momenti drammatici, il polso carotideo del piccolo aveva ripreso a battere ed il bambino era tornato a respirare autonomamente.

 


ARTICOLI CORRELATI
La situazione del piccolo che aveva mangiato un hot dog da Ikea è stazionaria. Lunedì la verità
E'successo al ristorante di Ikea, presso il centro commerciale di Roma Nord. Intervenute tre ambulanze, ora è stabile
Il piccolo aveva lottato per 5 giorni, ricoverato in gravi condizioni al policlinico Gemelli di Roma. Non c'è stato nulla da fare
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
1
Per motivi di gelosia, ha colpito con un fendente al collo la moglie e si è chiuso in casa con i tre figli piccoli
2
Era stato chiuso il 3 novembre scorso, quasi sei mesi fa, riaprono anche le terapie intensive
3
Transitando in lungotevere San Paolo, il militare ha notato due giovani dare un’occhiata all’interno di un’auto lì parcheggiata
4
Il Centro Funzionale Regionale ha emesso un bollettino con fase operativa di attenzione per vento su tutte le zone di allerta del Lazio
5
La ladra è stata sorpresa dopo aver asportato denaro dalle cassette delle offerte di due chiese del centro storico
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
Romait.it è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@romait.it

[ versione mobile ]