CRONACA
Da Beppe Recchia a Roma entrano gli animali ma non i bambini
Beppe Recchia, ristoratore romano originario di Valmontone non accetta bambini nel suo ristorante
Il ristoratore Beppe Recchia con il cartello anti bambini

Comunque la si veda ci vuole del coraggio a dire pubblicamente che nel proprio ristorante i bambini non siano desiderati. Certo c'è bisogno di un motivo altrimenti risulterebbe difficile da digerire la scritta "Nel mio ristorante: Sì Animali, No Bambini", ma le motivazioni si possono capire.

Troppo spesso i bambini delle ultime generazioni non hanno un'educazione sufficiente per essere presentati in un ristorante, soprattutto se il ristorante è di quelli che richiedono un contegno, che hanno la loro natura nell'atmosfera e nell'ambiente elegante e confidenziale. Molti bambini non riescono a stare seduti a tavola perché non hanno ricevuto nessuna educazione in merito e anche perché non vogliono e non possono stare seduti troppo a lungo.

Sarebbe normale che i genitori ne tenessero conto prima di decidere di andare a cena in un locale inadatto ai loro bambini, ma come si fa a pretendere questo ragionamento da persone che probabilmente si comportano allo stesso modo, senza criterio, anche nel resto della loro giornata?

Beppe Recchia, questo è il nome del singolare ristoratore, valmontonese di origine, titolare di un avviato ristorante nei pressi di via Veneto ha voluto esprimere in modo eclatante con cartelli molto espliciti che denunciano la disponibilità ad accogliere cani e gatti ma non i bambini, la sua insofferenza alle urla e alle corse tra i tavoli di marmocchi selvaggi che disturbano la maggior parte dei clienti che scelgono il suo ristorante anche per la riservatezza.

Ci dice Beppe Recchia: "E' naturale che la responsabilità sia dei genitori ma non posso cacciare via tutti, ho dovuto decidere di far fuori i bambini".


ARTICOLI CORRELATI
Fa ancora parlare di sé il ristoratore valmontonese Beppe Recchia. Vorrebbe che tutti i ristoranti facessero come lui
A "Un Giorno Speciale" su Radio Radio vivace scambio di vedute sulla caccia. Tozzi: "I cacciatori sono dei poveracci"
I fatti erano avvenuti a luglio: rintracciato un 50enne romano che aveva perforato il polmone di un 30enne
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
1
Undici mezzi sono andati a fuoco dall'inizio dell'anno. Sull'episodio di sabato sera la municipalizzata ha fatto sapere che "l dinamica dell'accaduto è stata ricostruita visionando le immagini di videosorveglianza"
2
Scossa di magnitudo 3,6. Tante segnalazioni sui social network
3
Sul tavolo del prefetto ci sarebbe in particolare la questione legata alla liberazione dello stabile di via Cardinal Domenico Capranica, a Primavalle
4
L'ateneo: "Rattrista grandemente che nonostante i ripetuti moniti, divieti e denunce, si sia verificato un gravissimo incidente che è costato una giovane vita"
5
Effettuati 80 sopralluoghi. Sono ancora in corso accertamenti in altre strutture. Gli asili nido che rimarranno chiusi per interventi di messa in sicurezza
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]