INDIGNAZIONE PER IL VIDEO DELLA PRESENTATRICE
Guidonia, la parrucchiera:"Barbara D'Urso non rispetta il decreto e se ne vanta"
Una parrucchiera ha risposto al video Fb della conduttrice che viola il decreto e si filma lodando i suoi parrucchieri

Ha suscitato diverse polemiche la clip postata sulla sua pagina Facebook da Barbara D'Urso questa mattina, 23 marzo, in cui la conduttrice con aria leggera e briosa vanta la sua acconciatura appena fatta. Due persone, parrucchieri con mascherine e guanti dietro di lei, che lei definisce “eroi” sono i creatori del suo nuovo look. In un momento in cui in Italia si contano migliaia di morti e di imprese chiuse, di attività estetiche e per parrucchiere nella disperazione, il video da parte di un personaggio così in vista ha irritato e infastidito molti, e qualcuno si è sentito davvero indignato: abbiamo parlato con una parrucchiera di Guidonia, in provincia di Roma, che ha girato un video di risposta a quello della presentatrice.

“Questa mattina mentre i miei figli facevano i compiti e io facevo i conti rendendomi conto che non potrò più pagare i miei dipendenti e che sarà difficile arrivare a fine mese nei prossimi tempi, mi è passato davanti agli occhi il post di Barbara D'Urso con tanto di parrucchieri elogiati da lei come eroi. La rabbia mi ha sopraffatta e anche io ho girato un video...di certo non pensavo che avrebbe suscitato così tanto interesse. Non è davvero giusto che se c'è un decreto urgente in corso, per una malattia così grave, c'è qualcuno che può non rispettarlo e vantarsene anche. Oltrettutto noi parrucchieri non siamo eroi, eroi sono i medici, e anche questa è una mancanza di tatto da parte della presentatrice”.

 

A chi le dice che però c'è differenza tra quei pochi parrucchieri che lavorano per le emittenti televisive, in ambienti controllati, con le mascherine, e i diversi presidi, e invece tutte le migliaia di parrucchieri in Italia, cosa risponde? Insomma, se tutti uscissimo di casa per andare dal parrucchiere saremmo nei guai.

“Esattamente, ed è proprio per questo che non vorrei assolutamente riaprire la mia attività, denuncio però che la legge, soprattutto in questa situazione, deve valere per tutti. Io e mio marito, che abbiamo questa giovane attività di parrucchiere, da solo un anno, abbiamo chiuso il negozio ancor prima del decreto perche abbiamo avuto paura di questo virus e per prudenza e rispetto verso i nostri figli, familiari e clienti, abbiamo abbassato la saracinesca ancora prima che ci venisse ordinato per legge. Nonostante abbiamo aperto da poco e non possiamo permetterci pausa, finché tutto questo non sarà passato non mi permetterò mai di mettere in pericolo nessuno, ma a nessun altro deve essere concesso; la fama e il denaro non autorizzano nessuna differenza di trattamento in questo momento. La signora D'Urso potrà certamente permettersi di stare in casa senza lavorare, noi no, eppure lo facciamo per proteggere noi stessi e gli altri. Deve farlo anche lei nel rispetto di una legge che riguarda tutti noi”.

Leggi anche: 

Coronavirus. Roma, lavoratori commercio a Raggi: no a ripristino orari

Libero Sindacato Polizia: Utilizzo droni per accertamento violazioni decreto Cdm

 

 


ARTICOLI CORRELATI
I PIU' LETTI IN INTERVISTE
GIORNO SETTIMANA MESE
1
La Pasqua 2020, segnata dal distanziamento sociale, celebrata in diretta streaming senza fedeli, un evento di portata storica e sociale eccezionale
Data di pubblicazione: 2020-04-10 09:35:23
1
Il rischio dei chiusura delle scuole paritarie italiane a causa del blocco dell'istruzione è un pericolo anche per l'istruzione statale
Data di pubblicazione: 2020-04-08 09:19:28
2
"Ci sarà il rischio di una pandemia di ritorno: quando le aziende del nord Italia riapriranno vedranno arrivare o tornare i lavoratori scesi al sud"
Data di pubblicazione: 2020-04-06 11:26:01
3
L'INTERVISTA AL PRESIDENTE ASSOCIAZIONE NAZIONALE COMMERCIALISTI Associazione Nazionale Commercialisti: "Banche diano denaro a garanzia statale"
"Noi commercialisti chiediamo il rinvio di tutti i pagamenti e adempimenti a carattere fiscale, quanto meno fino a novembre o persino a fine anno"
Data di pubblicazione: 2020-04-06 10:52:23
4
L'INTERVISTA ALL'UNICO DOCENTE DI GEOPOLITICA VATICANA Il vaticanista Schiavazzi: "Il virus acuisce il conflitto tra natura e cultura"
"Il Papa deve scegliere: o noi radicalizziamo l'interpretazione francescana del 'Laudato sì' e cantiamo un 'fratello virus', oppure accettiamo la non concialibilità tra natura e cultura"
Data di pubblicazione: 2020-04-07 12:02:21
5
"Alcuni politici dicono che bisogna mandarli via, ma dove? Vivono da 6 o 7 secoli in Europa con noi”
Data di pubblicazione: 2020-04-08 12:35:15
1
Il rischio dei chiusura delle scuole paritarie italiane a causa del blocco dell'istruzione è un pericolo anche per l'istruzione statale
Data di pubblicazione: 2020-04-08 09:19:28
2
Ieri sera, nella trasmissione “Piazza Pulita” Gino Strada, fondatore di Emergency: “Con il costo di un F35 si mettevano su 1500/200 letti di terapia intensiva"
Data di pubblicazione: 2020-04-03 09:45:26
3
"Ci sarà il rischio di una pandemia di ritorno: quando le aziende del nord Italia riapriranno vedranno arrivare o tornare i lavoratori scesi al sud"
Data di pubblicazione: 2020-04-06 11:26:01
4
"La cabina di regia deve essere condotta non solo da medici e scienziati ma da esperti che hanno una visione di insieme sulle necessità economiche e sociali"
Data di pubblicazione: 2020-04-03 13:20:45
5
L'INTERVISTA AL PRESIDENTE ASSOCIAZIONE NAZIONALE COMMERCIALISTI Associazione Nazionale Commercialisti: "Banche diano denaro a garanzia statale"
"Noi commercialisti chiediamo il rinvio di tutti i pagamenti e adempimenti a carattere fiscale, quanto meno fino a novembre o persino a fine anno"
Data di pubblicazione: 2020-04-06 10:52:23
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]