REFERENDUM CONFERMATIVO
Italiani al voto il 29 marzo per decidere sul taglio dei parlamentari
Una particolarità di questa votazione è la priorità per il servizio scrutatori, data a studenti e disoccupati

Il 29 marzo 2020 si va alle urne per tagliare i parlamentari, si tratterà di un referendum confermativo per la legge costituzionale che prevede dunque la riduzione dei nostri parlamentari. Nonostante la questione sia già regolata da una legge infatti, non ha ottenuto la maggioranza necessaria e così ora tocca si cittadini corroborare la decisione. Quello che dovremo decidere se confermare o meno ha il nome di “Riforma Fraccaro” per eliminare 345 parlamentari, 115 senatori, e 230 deputati. Se confermata la legge, perciò, vi saranno 354 membri del parlamento in meno.

Dunque, ribadiamo, non si ha che fare questa volta con un referendum abrogativo, ma confermativo, nel quale si chiede agli italiani se convalidare la legge già approvata in Parlamento. Questa votazione, per essere valida, non deve necessariamente  raggiungere un quorum, non si ha bisogno infatti della maggioranza dei votanti per stabilire la validità della scelta di coloro (quanti che siano) che hanno votato.

Un'altra particolarità di questa votazione è quella di dare la priorità a disoccupati e studenti per il servizio scrutatori. Questo per permettere a giovani e cittadini in difficoltà di rendersi partecipi alla vita pubblica e civile del proprio comune. Il compenso sarà di 104 euro per i seggi ordinari e 53 euro per quelli speciali.

Si voterà dalle ore 7:00 alle ore 23:00 di domenica 29 marzo.

Sul sito del Ministero dell'Interno si trovano tutte le informazioni utili e altri dettagli.

Leggi anche: 

Governo, se ora il "mercato delle vacche" diventa "responsabilità"...

Patentino per cani pericolosi, delegata Raggi: "necessario in tutta Italia"

 


ARTICOLI CORRELATI
Per il M5S è un punto irrinunciabile e difficilmente il PD potrà sottrarsi. Ma i meccanismi e gli abusi del Potere non ne risentiranno affatto
È legge la riforma-simbolo del M5S. Ora scattano le strategie pre-referendum, ma il provvedimento è un’assicurazione sulla vita della legislatura
Siamo al rush finale e il finale sembra già scritto: un “luminoso” futuro con 230 deputati e 115 senatori in meno. Bene per il bilancio. E stop
I PIU' LETTI IN POLITICA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
"E' significativo che il governo abbia sentito l'esigenza di intervenire solo dopo che gli organi di sicurezza hanno segnalato seri rischi per l'ordine pubblico"
Data di pubblicazione: 2020-03-29 18:36:55
1
"Hanno bloccato l’approvazione del nostro Piano utilizzo Arenili, il documento con il quale abbatteremo il famoso 'lungomuro' di Ostia"
Data di pubblicazione: 2020-03-05 20:18:24
2
Dichiarazioni non allineate e arrivano gli esposti penali. Nel tentativo di instaurare “il monopolio della verità”
Data di pubblicazione: 2020-03-27 16:39:49
3
"Ci stiamo battendo con forza per dire basta a degrado e abusivismo e per consentire ai cittadini di riappropriarsi di uno spazio pubblico e, soprattutto, di vedere il mare"
Data di pubblicazione: 2020-03-04 17:57:29
4
Recessione prolungata e balzo del deficit sono i presupposti di una ristrutturazione del debito “lacrime e sangue”
Data di pubblicazione: 2020-03-09 16:39:51
5
Meno di 2000 morti e quasi sempre con gravi patologie pregresse. Dati che non giustificano affatto tutto il resto
Data di pubblicazione: 2020-03-16 16:56:09
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]