INTERVISTA ALLA GIORNALISTA DEL "CORRIERE DELLA SERA"
La ricercatrice: "La tempesta mediatica dovrebbe spaventare più del coronavirus"
"Prevale l'informazione senza fondamenti che rimbalza sui social, il sistema dell'informazione è infettato"

Margherita De Bac, giornalista del “Corriere della Sera”, esperta di tematiche legate alla medicina e alla sanità, ma anche alla bioetica, De Bac scrive anche sui settimanali “Sette” e “Io Donna”. Ha fondato un portale giornalistico dedicato alle malattie rare www.lemalattierare.info. Le abbiamo chiesto cosa pensa di questa epidemia di coronavirus che spaventa il mondo...è emersa così la diagnosi di una pandemia della comunicazione forse ancor più grave e duratura. Dottoressa De Bac, com'è la situazione in Italia e in Cina?

“La situazione è drammatica in Cina, ma in Italia e in Europa non c'è niente da temere, o almeno non più di quanto si debba temere qualsiasi altra influenza. Abbiamo dimostrato con il numero dei casi, una decina di soggetti in Europa, di cui solo due in Italia, che il virus in Occidente è assolutamente contenuto. Virologi, epidemiologi, esperti con cui sono frequentemente in contatto confermano all'unanimità che la diffusione è più alta di una Sars o Mers ma con una mortalità molto più bassa. Come l'influenza, il CoV-n19 si aggrava nei soggetti che hanno già altre condizioni cardiache o respiratorie importanti, anche qui proprio come l'influenza. Come osservatrice da anni di queste manifestazioni posso dire di non essere in alcun modo personalmente preoccupata”.

 

Il fatto che la coppia di cinesi ricoverata a Roma sia peggiorata ha impressionato l'opinione pubblica.

“Sì, impressiona ma al tempo stesso deve rassicurare perché sono stati intercettati, correttamente isolati, sono state identificate e messe sotto osservazione le persone che erano in viaggio con loro. Anche la cameriera dell'hotel che aveva rimesso a posto la stanza è stata monitorata e si è verificato che aveva una semplice influenza. Per quanto riguarda il contagio occorre stare tranquilli perché non si trasmette solo sfiorando una persona infetta, bisogna aver avuto un contatto diretto più stretto.

Nell'immaginario collettivo ci sono persone cinesi che vanno in giro come untori, ma questa è una visione scientificamente errata. In quanto giornalista di questo campo ho seguito tante epidemie e pandemie ma una tempesta mediatica come in questo caso non mi era mai capitata. Stiamo vivendo un'esaltazione mediatica. Come non mi era mai successo di una tale discrepanza tra informazioni corrette e modo in cui vengono recepite. Nell'opinione pubblica prevale la fiducia nelle informazioni di dubbia provenienza. Sono anche un po' demoralizzata su questo, perché io come altri, verifico, studio, mi documento da fonti attendibili e invece prevale l'informazione senza fondamenti che rimbalza sui social. Il sistema dell'informazione è direi infettato”.

 

Potremmo dire che questo virus ci apre uno scenario che non è quello dell'epidemia sanitaria, ma di una pandemia che flagella la comunicazione.

“Dovremmo riflettere su questo, facendo capire che quando ci sono emergenze di questo tipo occorre fare affidamento solo su esperti, fonti istituzionali, autorità sanitarie titolate a parlare. La disinformazione mette in pericolo e colpisce il sistema economico e sociale. Ci sono alberghi che non accettano clienti orientali, e questo è un danno sociale ed economico”.

Leggi anche: 

Governo, ecco perché Renzi sulla prescrizione può prescrivere Conte

Festival canzone: Sanremo stupisce ma fino ad un certo punto...

 

 

 


ARTICOLI CORRELATI
Le pandemìe nella storia dell'Occidente ci raccontano anche della nostra cultura e visione religiosa
Previsto il referendum confermativo nazionale il 29 marzo 2020, sarà possibile nella cornice epidemica? se sì, come?
Oscurantismo e coercizione: la ricetta del regime per tenere nascosto "l'inferno in terra"
I PIU' LETTI IN INTERVISTE
GIORNO SETTIMANA MESE
1
L'INTERVISTA ALL'UNICO DOCENTE DI GEOPOLITICA VATICANA Il vaticanista: "Il virus radicalizza il conflitto tra natura e cultura"
"Il Papa deve scegliere: o noi radicalizziamo l'interpretazione francescana del 'Laudato sì' e cantiamo un 'fratello virus', oppure accettiamo la non concialibilità tra natura e cultura"
Data di pubblicazione: 2020-04-07 12:02:21
1
"Ci sarà il rischio di una pandemia di ritorno: quando le aziende del nord Italia riapriranno vedranno arrivare o tornare i lavoratori scesi al sud"
Data di pubblicazione: 2020-04-06 11:26:01
2
L'INTERVISTA AL PRESIDENTE ASSOCIAZIONE NAZIONALE COMMERCIALISTI Associazione Nazionale Commercialisti: "Banche diano denaro a garanzia statale"
"Noi commercialisti chiediamo il rinvio di tutti i pagamenti e adempimenti a carattere fiscale, quanto meno fino a novembre o persino a fine anno"
Data di pubblicazione: 2020-04-06 10:52:23
3
L'INTERVISTA ALL'UNICO DOCENTE DI GEOPOLITICA VATICANA Il vaticanista: "Il virus radicalizza il conflitto tra natura e cultura"
"Il Papa deve scegliere: o noi radicalizziamo l'interpretazione francescana del 'Laudato sì' e cantiamo un 'fratello virus', oppure accettiamo la non concialibilità tra natura e cultura"
Data di pubblicazione: 2020-04-07 12:02:21
1
Ieri sera, nella trasmissione “Piazza Pulita” Gino Strada, fondatore di Emergency: “Con il costo di un F35 si mettevano su 1500/200 letti di terapia intensiva"
Data di pubblicazione: 2020-04-03 09:45:26
2
"Ci sarà il rischio di una pandemia di ritorno: quando le aziende del nord Italia riapriranno vedranno arrivare o tornare i lavoratori scesi al sud"
Data di pubblicazione: 2020-04-06 11:26:01
3
"La cabina di regia deve essere condotta non solo da medici e scienziati ma da esperti che hanno una visione di insieme sulle necessità economiche e sociali"
Data di pubblicazione: 2020-04-03 13:20:45
4
L'INTERVISTA AL PRESIDENTE ASSOCIAZIONE NAZIONALE COMMERCIALISTI Associazione Nazionale Commercialisti: "Banche diano denaro a garanzia statale"
"Noi commercialisti chiediamo il rinvio di tutti i pagamenti e adempimenti a carattere fiscale, quanto meno fino a novembre o persino a fine anno"
Data di pubblicazione: 2020-04-06 10:52:23
5
Il pipistrello è stato al centro del dibattito pubblico e delle ricerche scientifiche in quanto probabile spillover del virus Sars-coV-2
Data di pubblicazione: 2020-04-01 12:08:48
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]