PRIMO PIANO
Roma, la Raggi mette in ginocchio anche il settore auto
Le Diesel Euro 6 considerate di punto in bianco vetture inquinanti, crollo immediato delle vendite. A rischio i posti di lavoro di migliaia di famiglie

La fantasia al potere non è sempre un bene. La fantasia ideologizzata, invece, è sicuramente deleteria. Lo sanno bene i cittadini della Capitale, ormai da anni alle prese con amministratori, diciamo, estemporanei, che a colpi di fanatiche assurdità continuano a fare strame della Città Eterna come forse solo i barbari dei tempi antichi. Se, per esempio, Ignazio Marino si era guadagnato l’epiteto di “sindaco marziano”, l’attuale primo cittadino Virginia Raggi ben meriterebbe, mantenendo l’analogia alla John Gray, l’etichetta di venusiana.

Dopo l’ignobile balletto con la Regione Lazio sulla crisi dei rifiuti, su cui sono stati già versati fiumi d’inchiostro, dal Campidoglio è infatti arrivata l’ultima, lungimirante decisione: considerare di punto in bianco le nuovissime diesel Euro 6 come vetture inquinanti - e questo malgrado la comunità scientifica sia abbastanza concorde nel ritenere che le auto a gasolio siano le migliori dal punto di vista dell’impatto ambientale.

Un provvedimento folle, che va a colpire anzitutto i guidatori romani, considerato che l’investimento per una macchina è spesso il più importante dopo quello per l’abitazione. E che, oltretutto, sta già ottenendo di mettere in ginocchio quello che è uno dei settori più importanti dell’economia di Roma, con decine di aziende che fatturano centinaia di milioni l’una e danno lavoro a migliaia di famiglie capitoline: le une e le altre, ora, a fortissimo rischio sopravvivenza.

Gli indici di vendita, infatti, sono immediatamente crollati - a differenza di quelli delle sostanze inquinanti nell’aria che sono addirittura aumentate nei giorni del blocco del traffico. E, non a caso, concessionari, venditori e petrolieri sono sul piede di guerra.

Peraltro, questa vicenda ricalca, mutatis mutandis, quella dello Stadio della Roma, per cui c’era una delibera già approvata dalla giunta precedente che Virgy ha smantellato da un giorno all’altro: che è un po’ come aver ottenuto l’autorizzazione a fare dei lavori in casa propria, e vedersela ritirata di colpo da un nuovo burocrate con idee del tutto diverse da quelle del predecessore che aveva dato il placet.

Solo per dire che non c’è più nemmeno da sorprendersi, visto il tasso di recidiva di Palazzo Senatorio. È l’incompetenza, bellezza.


ARTICOLI CORRELATI
Blocco totale della circolazione nella Fascia Verde dalle 7,30 alle 12,30 e dalle 16,30 alle 20,30. Stop anche ai diesel Euro 6
Le date e gli orari potranno essere suscettibili di modifiche, qualora si dovessero verificare eventi, a oggi non previsti e non prevedibili
"Una nuova tassa proprio dal governo che diceva che non avrebbe messo le mani nelle tasche degli italiani"
I PIU' LETTI IN POLITICA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Dal blocco dei voli alla quarantena nel Lodigiano, l’esecutivo non ne ha azzeccata una: anche perché sembra più preoccupato dell’ideologia che della salute pubblica
Data di pubblicazione: 2020-02-25 07:12:04
2
Il papa parla a Bari e attacca i leader populisti. Sciorinando i soliti ritornelli sugli anni Trenta e i “razzisti” seminatori di odio
Data di pubblicazione: 2020-02-24 17:01:52
3
Da noi i media e le autorità hanno esagerato nell’enfatizzare i rischi. E adesso arrivano i contraccolpi su economia e turismo
Data di pubblicazione: 2020-02-27 16:17:23
4
Allo scopo di evitare il diffondersi di epidemie, nei comuni o nelle aree nei quali risulta positiva almeno una persona...
Data di pubblicazione: 2020-02-23 10:19:19
5
Il Capo del Governo attacca Salvini e prende di mira un ospedale di Codogno. Furia del Governatore lombardo Fontana: "Cerca di sviare l’attenzione"
Data di pubblicazione: 2020-02-26 06:51:14
1
Una mossa furba e insidiosa, dopo che il tracollo M5S ha tolto credibilità al governo e alla maggioranza parlamentare
Data di pubblicazione: 2020-02-01 13:12:06
2
Stefano Buffagni, interrogato sull'argomento della prescrizione, declassa il movimento dell'ex presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi
Data di pubblicazione: 2020-02-05 17:46:09
3
Compromesso nella maggioranza, ma Italia Viva sbatte ancora la porta: “Non avete i numeri, dite se volete cacciarci”. La sfida del Premier Conte: “Votate contro”
Data di pubblicazione: 2020-02-08 08:14:40
4
Il M5S si interroga sul Raggi-bis, per il Pd in ballo Calenda e Letta, il centro-destra ancora non si sbilancia. E il 1° marzo ci sono anche le suppletive nel collegio Roma 1
Data di pubblicazione: 2020-02-22 09:05:14
5
L’assemblea ufficiale degli attivisti rivendica a gran voce la lontananza da Zingaretti e soci. Ma Roberto Fico traccheggia
Data di pubblicazione: 2020-02-03 07:55:15
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]