DI MAIO LANCIA LA "FASE DUE" DEL SUSSIDIO
Reddito di cittadinanza, chi lo riceve obbligato a lavori di pubblica utilità
I Comuni possono richiedere servizi di piccola manutenzione, pulizie, giardinaggio, a coloro che ricevono il Reddito

Mentre impazzano le polemiche contro il Reddito di cittadinanza, fomentate anche dai casi di reati commessi da chi riceveva questo sussidio, Luigi Di Maio, sul suo profilo Instagram lancia quella che definisce la “Seconda fase” del provvedimento, infatti è entrato in vigore “Il decreto che permette ai comuni di impiegare chi riceve il Reddito di cittadinanza per i cosiddetti lavori di pubblica utilità. Cosa significa? Che dovranno rendersi disponibili per otto ore alla settimana e dare una mano al comune dove risiedono”. In che modo concretamente, lo spiega di seguito: “fare piccola manutenzione, pulire giardini, togliere graffiti dagli edifici pubblici, aiutare gli anziani nelle mansioni quotidiane”.

Le attività per dare un aiuto in una comunità sono sempre innumerevoli e in questo caso, specifica il leader del M5Stelle, sono anche “obbligatorie per chi riceve il Reddito, pena il rischio di perderlo”. Dunque con questa “Seconda fase” l'aiuto alle famiglie in difficoltà non si traduce più solo in un investimento su quel nucleo familiare stesso, ma si realizza in un impegno concreto ed efficace all'interno della collettività.

L'intendo di Di Maio, prosegue sempre nel post del social, è anche quello di dimostrare che gli italiani non sono un popolo di nullafacenti, di persone disoneste che approfittano di un appoggio statale senza ricambiare con una restituzione alla società.

Leggi anche: 

Il caso dell’IC al Trionfale. Nello studio conta eccome, chi si ha in classe

Rifiuti Roma, Baglio: Giunta Raggi recede sul porta a porta, torna ai cassonetti

 


ARTICOLI CORRELATI
Volge al termine Italia 5 Stelle: Di Maio e Di Battista, armati di bustoni per la spazzatura, puliscono l'area
L’INPS comunica i dati aggiornati all’8 ottobre: quasi un milione i beneficiari, pari al 65% dei richiedenti, e con importi medi poco al di sotto dei 500 euro mensili
Lavoro e Jobs Act i temi principali del discorso di Beppe Grillo. Il leader conclude: "O noi, o noi!"
I PIU' LETTI IN POLITICA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Dal blocco dei voli alla quarantena nel Lodigiano, l’esecutivo non ne ha azzeccata una: anche perché sembra più preoccupato dell’ideologia che della salute pubblica
Data di pubblicazione: 2020-02-25 07:12:04
2
Il papa parla a Bari e attacca i leader populisti. Sciorinando i soliti ritornelli sugli anni Trenta e i “razzisti” seminatori di odio
Data di pubblicazione: 2020-02-24 17:01:52
3
Da noi i media e le autorità hanno esagerato nell’enfatizzare i rischi. E adesso arrivano i contraccolpi su economia e turismo
Data di pubblicazione: 2020-02-27 16:17:23
4
Allo scopo di evitare il diffondersi di epidemie, nei comuni o nelle aree nei quali risulta positiva almeno una persona...
Data di pubblicazione: 2020-02-23 10:19:19
5
Il Capo del Governo attacca Salvini e prende di mira un ospedale di Codogno. Furia del Governatore lombardo Fontana: "Cerca di sviare l’attenzione"
Data di pubblicazione: 2020-02-26 06:51:14
1
Una mossa furba e insidiosa, dopo che il tracollo M5S ha tolto credibilità al governo e alla maggioranza parlamentare
Data di pubblicazione: 2020-02-01 13:12:06
2
Stefano Buffagni, interrogato sull'argomento della prescrizione, declassa il movimento dell'ex presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi
Data di pubblicazione: 2020-02-05 17:46:09
3
Compromesso nella maggioranza, ma Italia Viva sbatte ancora la porta: “Non avete i numeri, dite se volete cacciarci”. La sfida del Premier Conte: “Votate contro”
Data di pubblicazione: 2020-02-08 08:14:40
4
Il M5S si interroga sul Raggi-bis, per il Pd in ballo Calenda e Letta, il centro-destra ancora non si sbilancia. E il 1° marzo ci sono anche le suppletive nel collegio Roma 1
Data di pubblicazione: 2020-02-22 09:05:14
5
L’assemblea ufficiale degli attivisti rivendica a gran voce la lontananza da Zingaretti e soci. Ma Roberto Fico traccheggia
Data di pubblicazione: 2020-02-03 07:55:15
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]