VILLA GORDIANI
Roma, scoperto traffico di sim card irrintracciabili: arrestato 44enne romano
Scoperto traffico di schede sim pulite e irrintracciabili a Villa Gordiani: arrestato un 44enne romano proprietario di un negozio di elettronica. Truffa ai danni dei veri clienti

Ecco la nuova frontiera dello spaccio: non droga ma sim telefoniche “ripulite” e rese irrintracciabili.

In un centro di telefonia nella zona di Villa Gordiani, i Carabinieri della stazione Prenestina hanno arrestato un 44enne romano pregiudicato: è accusato di aver creato un business smerciando schede telefoniche a coloro che non volevano essere rintracciati.

La perquisizione e la scoperta del traffico illecito

L’accusa formale per il romano è sostituzione di persona; inoltre sono stati posti i sigilli all’esercizio commerciale a seguito della perquisizione.

L’uomo aveva già precedenti per questo tipo di reato: negli ultimi 4 anni era già stato denunciato tre volte sempre per intestazione fittizia di utenze telefoniche, ai danni di moltissimi cittadini ignari a cui le schede erano già intestate.

A seguito della perquisizione, i Carabinieri hanno trovato migliaia di fotocopie di documenti (carte d’identità, passaporti) dei clienti che si erano rivolti al negozio per ottenere sim irrintracciabili.

Durante i controlli effettuati dalle forze dell’ordine, sono state sequestrate in particolar modo 20 schede intestate a un cittadino straniero e pronte per essere smerciate illegalmente.

Le indagini

Tutto è partito da una denuncia da parte di una cittadina straniera, venuta a conoscenza che molte persone stessero utilizzando delle schede telefoniche intestate a lei, mai attivate personalmente dalla donna.

A seguito della sua denuncia, i Carabinieri hanno scoperto che l’uomo aveva creato un verso e proprio centro di smistamento di sim card “pulite” all’interno del proprio negozio: un’attività criminale parallela alla vendita di oggetti di telefonica ed elettronica.

Tutte le sim card prodotte illecitamente venivano intestate a veri clienti del negozio, di cui il romano possedeva la fotocopia dei documenti di riconoscimento: sono molte le vittime ignare di questo giro illecito di affari.

 

Leggi anche:

Roma, Fidene, il figlio morto a novembre, padre si toglie la vita: "Non resisto"

Incidente Corso Francia: avvocati Genovese chiedono attenuazione dei domiciliari


ARTICOLI CORRELATI
Questo è quanto hanno scoperto i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro
Claudio Mannarino eletto, grazie all'esito del riconteggio delle schede, consigliere del Municipio VIII nelle file del Partito democratico
"Ciò che Orfini propone oggi come commissario ha un peso politico particolare nella politica democratica romana"
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Il killer ha esploso quattro colpi di pistola calibro 7.65, di cui uno alla testa. Così è stato ucciso Kasa Gentian, 43 anni
Data di pubblicazione: 2020-01-26 11:07:17
1
L'occasione è quella di celebrare il grande artista a cento anni dalla sua nascita
Data di pubblicazione: 2020-01-22 09:25:04
2
Il 53enne aveva perso il figlio, i parenti erano preoccupati per le sue condizioni psicologiche
Data di pubblicazione: 2020-01-08 10:13:07
3
I Carabinieri li hanno inseguiti, bloccati in via Fadda e arrestati. Con loro avevano il perfetto kit da ladri con guanti, corde, torce, cacciaviti, forbici e scaldacollo
Data di pubblicazione: 2020-01-11 16:00:14
4
Fabrizio Piscitelli è stato ucciso il 7 agosto scorso con un colpo di pistola alla testa su una panchina del parco degli Acquedotti
Data di pubblicazione: 2020-01-12 20:50:32
5
La polizia indaga sull'incendio che ha portato all'evacuazione di uno stabile in via Atteone
Data di pubblicazione: 2020-01-24 12:29:55
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]