DISCARICA MONTE CARNEVALE
Discarica rifiuti Roma, Europa Verde: Raggi e Zingaretti fermino Malagrotta 2
"Una discarica a soli 2 km dal sito dove per oltre 40 anni ha funzionato la vecchia discarica è follia con un danno commesso sull'ambiente e sulla salute dei residenti"

"Per spiegare cosa sta succedendo a Roma sui rifiuti, mai come questa volta torna utile parafrasare Tomasi di Lampedusa: 'Tutto cambia, perché nulla cambi'. Realizzare una discarica a soli 2 kilometri dal sito dove per oltre 40 anni ha funzionato la vecchia discarica è una follia con un danno perpetrato sull'ambiente e sulla salute dei residenti che hanno già pagato, in termini di vite umane, un prezzo altissimo".

Cosi' si sono espressi Nando Bonessio e Laura Russo copartovoce di Europa Verde Lazio, che hanno proseguito: "Raggi e Zingaretti passeranno sicuramente alla storia, saranno ricordati per aver aperto una nuova Malagrotta accanto alla vecchia Malagrotta. Infatti le responsabilità non sono solo del Comune con la decisione assunta ieri della Giunta Capitolina di individuare la nuova discarica nel già martoriato territorio della Valle Galeria.

Concretamente, già la Regione Lazio il 27 dicembre scorso aveva 'aperto la strada' rilasciando l'autorizzazione unica ambientale (AUA) per collocare sempre nel sito di Monte Carnevale una discarica per materiali inerti, la cui destinazione d'uso è facilmente ampliabile, Come Europa Verde non potremo non essere al fianco dei cittadini della Valle Galeria nelle loro legittime proteste e di tutti quelli che, ormai da anni, chiedono che Roma attui un vero progetto di 'trattamento' dei rifiuti che superi definitivamente il concetto di 'smaltimento' attraverso il modello delle discariche e degli inceneritori.

Invece per oltre tre lunghi anni M5S e maggioranza di governo alla Regione si sono rimpallati le responsabilità tra l'incapacità di individuare siti per gli impianti di lavorazione dei materiali raccolti in modo differenziato e la non approvazione di un Piano Regionale rifiuti in linea con il rispetto dell'ambiente, della salute e delle direttive Europee.

Il risultato è sotto gli occhi di tutti: l'emergenza rifiuti a Roma denuncia la totale mancanza di un progetto generale, con una raccolta differenziata stradale fatta male e ormai in fase di stallo nella percentuale di crescita e con la totale assenza di progettazione di impianti locali, di medio-piccole dimensioni, a basso impatto ambientale che, lavorando i materiali riciclati, potrebbero dare occasione di lavoro e occupazione stabile nella nostra regione.

Ma comunque ribadiamo che la Valle Galeria non si puo' toccare, e questo anche grazie alla recente legge regionale, che definisce quel territorio 'ad alto rischio di crisi ambientale'.

L'unico futuro per il territorio attraversato dal Rio Galeria sono la bonifica ed il risanamento, ogni ulteriore collocazione di impianti industriali è impensabile".

I due esponenti di Europa Verde hanno concluso: "Regione e Comune si fermino e si presentino ai cittadini con un crono-programma finanziato per il trattamento rifiuti legato alla vera applicazione di una ormai necessaria Economia Circolare che, a partire dalla raccolta porta a porta sull'intero territorio cittadino, si orienti verso lobiettivo dei Rifiuti Zero". (Com/Enu/ Dire) 


ARTICOLI CORRELATI
La segnalazione del consigliere Calzetta su Facebook. Immediato l'intervento della Protezione Civile
“La decisione di realizzare la nuova discarica di rifiuti urbani di Roma a due chilometri dalla discarica di Malagrotta è inaccettabile. È una scelta vergognosa"
"Hanno talmente eluso le normative a tutela dell'ambiente che hanno realizzato un mostro, quella discarica ha grandissime possibilità di inquinare l'ambiente"
I PIU' LETTI IN POLITICA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
La sindaca di Roma Virginia Raggi ha rinnovato fino al 13 aprile l'efficacia delle ordinanze per il contrasto alla diffusione del Coronavirus
Data di pubblicazione: 2020-04-04 12:28:09
2
Le pur belle parole della von der Leyen non bastano più, bisogna passare ai fatti. Il Premier Conte: "Più unità e coraggio, o sarà la fine del sogno europeo"
Data di pubblicazione: 2020-04-04 10:13:22
1
È quasi uno slogan, ormai: “niente sarà più come prima”. E Aldo Cazzullo, sul Corriere della Sera, annuncia anni durissimi
Data di pubblicazione: 2020-03-30 17:08:41
2
Il Ministro per la salute Roberto Speranza lo ha confermato nel corso di un'informativa al Senato
Data di pubblicazione: 2020-04-01 10:31:34
3
Dopo il nuovo monito di Mattarella, l’affondo del Premier Conte: “Vicini al punto di non ritorno”. E qualcuno nel Continente inizia a fare retromarcia…

Data di pubblicazione: 2020-03-31 08:36:35
4
In quest’emergenza, non sempre chi detiene il potere si è dimostrato all’altezza: ciononostante, vi sono già dei piccoli segnali di ritorno alla normalità
Data di pubblicazione: 2020-04-03 08:41:50
5
L’annuncio del Governatore lombardo Fontana: “Non c’è più aumento dei contagiati, andiamo verso la discesa”. Ma guai ad abbassare la guardia
Data di pubblicazione: 2020-04-02 08:44:26
1
Il Ministro per la salute Roberto Speranza lo ha confermato nel corso di un'informativa al Senato
Data di pubblicazione: 2020-04-01 10:31:34
2
In quest’emergenza, non sempre chi detiene il potere si è dimostrato all’altezza: ciononostante, vi sono già dei piccoli segnali di ritorno alla normalità
Data di pubblicazione: 2020-04-03 08:41:50
3
L’annuncio del Governatore lombardo Fontana: “Non c’è più aumento dei contagiati, andiamo verso la discesa”. Ma guai ad abbassare la guardia
Data di pubblicazione: 2020-04-02 08:44:26
4
Letterina al miele della presidente della Commissione Europea. E spunta il Sure, un nuovo fondo da 100 miliardi
Data di pubblicazione: 2020-04-02 16:14:43
5
L’emergenza non ferma le polemiche sterili, politiche e non solo. Ma l’ottimismo del Presidente Mattarella può essere più contagioso del virus
Data di pubblicazione: 2020-04-01 08:22:46
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]