HANNO SCAVALCATO IL GUARDRAIL?
Gaia e Camilla, Roma sotto choc per le due ragazze investite a Corso Francia
Il conducente Pietro Genovese risulta positivo al test alcol e droga, ma altri esami sono in corso

La capitale si sveglia scioccata anche questa mattina per la morte di due ragazze, avvenuta la notte tra sabato 21 e domenica 22 dicembre, Camilla Romagnoli e Gaia Von Freymann, investite su Corso Francia. Entrambe 16enni, provenienti dal quartiere Fleming. Le due adolescenti, dopo una serata con gli amici, dovevano rientrare a casa, richiamate dai genitori perché appena passata la mezzanotte.

Le ha investite e uccise Pietro Genovese, figlio del regista Paolo Genovese. Pietro Genovese, 20 anni, ha cercato di prestare soccorso, ma le ragazze sembra siano decedute sul colpo. Il conducente è risultato positivo al test per alcol e droga, ma dagli esami più specifici si capirà se tali livelli erano sufficienti ad influire in modo considerevole sulla sua guida e sulla sua attenzione al volante. Il cellulare del giovane è sotto sequestro per verificare se fosse al telefono o stesse mandando messaggi al momento dell'impatto. Quando i vigili sono intervenuti lo hanno trovato in stato di choc. 

Ora è accusato di duplice omicidio stradale, rischia fino a 18 anni anni di carcere. 

La dinamica

Si indaga sulla dinamica dell'incidente: in quel punto, su Corso Francia, all'altezza di via Flaminia Vecchia e la rampa di accesso all'Olimpica, non ci sono telecamere che possano aver filmato l'accaduto e le testimonianze raccolte raccontano visioni discordanti. Sembra che abbiano attraversato con il semaforo rosso, su una strada che è a due carreggiate con tre corsie, divise da un piccolo spartitraffico. I presenti dicono di aver visto i corpi volare; quello di Gaia è stato trovato quasi sotto il ponte della tangenziale. I corpi erano irriconoscibili perché altre automobili successivamente li hanno attraversati. La mamma di una delle ragazze decedute ripete che non è giusto e che il conducente avrebbe dovuto investire lei e non sua figlia. 

La città intera si stringe introno alle famiglie, e Virginia Raggi scrive sui social: "Inaccettabile morire così, aspettiamo che si faccia chiarezza, ma guidare in modo responsabile è un dovere". 

 

 

Leggi anche:

La Lazio si prende la Supercoppa in Arabia! Juventus battuta di nuovo

Roma. Rifiuti, Montanari: Strategia Raggi? Discariche, è presa in giro elettori

 


ARTICOLI CORRELATI
Fioccano ovunque i commenti convenzionali. Dimenticando che cosa significhi essere giovani, ammesso che lo si sia mai saputo
"Abbiamo contattato uno dei periti italiani più prestigiosi nella ricostruzione scientifica degli eventi complessi e drammatici"
Il giudice: "Genovese una personalità incline alla violazione delle regole", e delle vittime "una condotta spericolata"
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Chiariamo cosa è permesso e cosa no, allo scopo di contenere la possibilità di contagio da Sars-coV-2
Data di pubblicazione: 2020-04-01 08:45:49
1
"Il Nomentana Hospital, pur avendo lo spazio per accogliere gli anziani di Nerola, è inadeguato a ospitare un numero cosi elevato di pazienti Covid-positivi"
Data di pubblicazione: 2020-03-29 21:02:39
2
Orrore e paura nel VI Municipio della Capitale
Data di pubblicazione: 2020-03-31 12:06:28
3
Il motivo addotto dall'amministrazione è "l'esponenziale decremento della circolazione di persone e dei maggiori presidi delle forze dell'ordine sul territorio cittadino"
Data di pubblicazione: 2020-03-30 14:30:10
4
Tutto quello che c'è da sapere sul sostegno alla spesa per famiglie in difficoltà economica causata dall'emergenza coronavirus
Data di pubblicazione: 2020-03-30 20:55:48
5
L'anziana è riuscita a chiamare il 112 dicendo che non riusciva ad alzarsi dal letto e non mangiava da giorni
Data di pubblicazione: 2020-03-30 12:23:18
1
Chiariamo cosa è permesso e cosa no, allo scopo di contenere la possibilità di contagio da Sars-coV-2
Data di pubblicazione: 2020-04-01 08:45:49
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]