DI NUOVO EMERGENZA
Rifiuti. Ama sta cercando vie d'uscita ma da lunedì presenza cumuli sulle strade
La chiusura della discarica di Colleferro rappresenta il nuvolone nero che sta per scaricare sui marciapiedi di Roma sacchetti di pattume che Ama non riuscirà a raccogliere

L'emergenza rifiuti è di nuovo alle porte. Come una perturbazione metereologica attesa, ecco che con precisione quasi chirurgica è possibile stabilire che già dall'inizio della prossima settimana Roma tornerà ad essere arredata da cumuli di immondizia attorno ai cassonetti.

La chiusura della discarica di Colleferro, almeno per due settimane, rappresenta il nuvolone nero che sta per scaricare sui marciapiedi della città sacchetti di pattume che Ama non riuscirà a raccogliere. Perché? Il motivo, come accade da diversi anni a questa parte va ricondotto alla totale assenza di impianti, per la gestione del ciclo dei rifiuti indifferenziati raccolti, di cui la municipalizzata capitolina ha bisogno perché non se ne è dotata in passato.

In particolare la discarica. Senza questo impianto i tmb non possono lavorare i rifiuti raccolti perché dovrebbero stoccare nei loro piazzali (nelle quantità e nei casi autorizzati) tutti gli scarti e la fos (che rappresentano piu' del 50% dei rifiuti in uscita dal trattamento) generati dal processo di lavorazione e quindi di fatto intasandosi.

Ama sta cercando degli sbocchi alternativi contattando i propri fornitori storici ma, secondo quanto apprende l'agenzia Dire, a parte qualche piccola disponibilità aggiuntiva da parte delle discariche di Roccasecca e Civitavecchia la situazione è da allarme rosso. Del resto lo stesso Au dell'azienda, Stefano Zaghis, aveva annunciato che "Roma da ieri è in emergenza".

Di fatto comincerà a esserlo dalla prossima settimana. Già da lunedì, quando saranno esauriti gli ultimi spazi disponibili nella stazione di trasferenza di Rocca Cencia, la raccolta andrà inevitabilmente in affanno e cominceranno a comparire i primi cumuli di sacchetti, che aumenteranno se l'azienda, che continua a chiedere l'aiuto della Regione, non troverà alternative alla discarica di Colleferro.

Il punto di non ritorno sarebbe un'eventuale decretazione dello stato di emergenza igienico-sanitaria nella città per la mancata raccolta dei rifiuti. In questo caso nemmeno il commissariamento della gestione dei rifiuti di Roma diventerebbe un atto dovuto. (Mtr/Dire) 

 


ARTICOLI CORRELATI
"Lo abbiamo fatto minimizzando i costi: abbiamo investito 2 milioni di euro contro i 15 milioni spesi nel febbraio 2012 dall'amministrazione Alemanno"
Produrrebbero troppa immondizia: nei primi mesi del 2018 ci sarebbe stata una vera e propria "impennata" in tal senso
"Circa 2 tonnellate al giorno di rifiuti indifferenziati non potranno essere raccolti da Ama per indisponibilità, allo stato, di siti alternativi di conferimento"
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
L'occasione è quella di celebrare il grande artista a cento anni dalla sua nascita
Data di pubblicazione: 2020-01-22 09:25:04
2
"L'organizzazione criminale si sarebbe insediata fino a comandare una costante e pervasiva rete di spaccio"
Data di pubblicazione: 2020-01-20 09:26:15
3
Tra i due, secondo quanto ricostruito dai Carabinieri, c'erano stati diversi diverbi in passato, sempre per questioni condominiali
Data di pubblicazione: 2020-01-22 15:18:03
4
Chili di cocaina, eroina, hashish e marijuana sequestrati. Sette arresti, fra cui un tunisino già agli arresti domiciliari per spaccio
Data di pubblicazione: 2020-01-22 10:20:11
5
"A Roma stiamo assistendo ad una situazione inspiegabile ed inaccettabile per chiunque possa dirsi intellettualmente onesto"
Data di pubblicazione: 2020-01-21 09:52:19
1
Il 53enne aveva perso il figlio, i parenti erano preoccupati per le sue condizioni psicologiche
Data di pubblicazione: 2020-01-08 10:13:07
2
I Carabinieri li hanno inseguiti, bloccati in via Fadda e arrestati. Con loro avevano il perfetto kit da ladri con guanti, corde, torce, cacciaviti, forbici e scaldacollo
Data di pubblicazione: 2020-01-11 16:00:14
3
Fabrizio Piscitelli è stato ucciso il 7 agosto scorso con un colpo di pistola alla testa su una panchina del parco degli Acquedotti
Data di pubblicazione: 2020-01-12 20:50:32
4
La regolare percorrenza sarà garantita solo fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20
Data di pubblicazione: 2020-01-11 20:46:01
5
Il sodalizio criminale riforniva di cocaina, hashish e marijuana i quartieri romani del Trullo, Monteverde e Montespaccato, e l'area di Pomezia
Data di pubblicazione: 2020-01-14 10:45:33
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]