CRIPTOVALUTA
Adiconsum a Facebook "Libra sia un'app a sé stante"
Adiconsum lancia un alert sulle modalità di uso della criptovaluta di Facebook, chiedendo chiarimenti affinché Facebook sia garantita la massima sicurezza e tutela per il consumatore finale, in buona parte ancora poco alfabetizzato digitalmente

Adiconsum mette le mani avanti su Libra, la criptovaluta di Facebook che, a oggi solo annunciata, si è rivelata un vero sasso nello stagno sia sul lato innivazione che su quello monetario. "Adiconsum chiede a Facebook di chiarire in ogni dettaglio l’intero ciclo operativo e procedurale, per poter verificare le eventuali criticità sul fronte della sicurezza e della tutela del consumatore affinché siano garantite, per il trasferimento del denaro, le stesse modalità procedurali di sicurezza oggi esistenti nelle app delle banche: password, token, ecc.. ". Così esordisce in un comunicato l'associazione dei consumatori, più preoccupata per i risvolti pratici che questa possibile rivoluzione porterà nelle abitudini dei consumatori di tutto il mondo, che per quelli strettamente monetari ed economici.

"Sono fin troppo ovvi gli abusi - spiega Mauro Vergari, responsabile Ufficio Studi, Ricerche e Innovazioni di Adiconsum - e i soprusi che una procedura semplificata può generare, in particolare sulle persone anziane e meno alfabetizzate digitalmente, che poi sono la maggioranza della popolazione italiana. Le truffe sul credito telefonico, scatenate da un click sbagliato, sono solo un prodromo di quello che potrebbe succedere se le procedure del trasferimento della Libra non seguiranno i più rigorosi metodi operativi oggi in essere nelle app di tipo bancario".

"Ecco perché - conclude Vergari nel comunicato -,Adiconsum ritiene più sicuro per la tutela del consumatore che Libra sia un’App a sé stante, collegata ma non integrata a WhatsApp, Messenger o altre app, in modo che l’utente abbia la chiara percezione di star effettuando un’operazione di trasferimento dei propri soldi e che ciò avvenga in tutta sicurezza".

 


ARTICOLI CORRELATI
A Roma sbarca la start-up Free Social Market, il modo 2.0 di fare la spesa e consigliare prodotti
"I tassisti sono liberi di scioperare nel rispetto della legge, ossia rispettando i 10 giorni di preavviso. Sciopero legale, quindi, ma incomprensibile"
Diffusi i dati per il mese di dicembre, nel Lazio diminuisce il clima di fiducia per la situazione economica
I PIU' LETTI IN ECONOMIA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
Il Corn Dog è un tipico e sfizioso snack statunitense, originario dei primi anni ’20 e divenuto famoso nel secondo dopoguerra
2
Se desiderate conoscere la quotazione del vostro oro in tempo reale Sami-oro.com vi permette di farlo online e in pochissimi secondi
3
Premiato per la sua sicurezza e sostenibilità, lo pneumatico P7 Blue è nato in verità nel 2012 come un modello ad alte prestazioni
4
L'Italia è un paese vecchio, a rischio la sostenibilità del nostro sistema pensionistico
5
LA LEGGE 155/2017 CRISI D'IMPRESA Esperti a confronto alla Camera dei Deputati
di Domenico Di Catania
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]