LO SAPEVATE CHE...
Google Play Android, il marketplace per guadagnare con le app
Il Google Play, che è precedentemente noto come Android Market, è uno dei più importanti marketplace presenti sul web

Il Google Play, che è precedentemente noto come Android Market, è uno dei più importanti marketplace presenti sul web. Per i telefonini e per i tablet con il sistema operativo Android, infatti, il Google Play non è altro che quella sconfinata piazza digitale dalla quale gli utenti possono scaricare le applicazioni mobili, gratuite o a pagamento, che spaziano dai giochi alla musica e passando per i libri, per i film e per le serie Tv.

Marketplace Google Play Android, una grossa fonte di guadagno per i programmatori creativi

Il marketplace è inoltre fonte di guadagno per gli sviluppatori applicazioni Android, ovverosia per quei programmatori che hanno la capacità di ideare, di progettare e di implementare delle app di successo.

Molti programmatori indipendenti, grazie proprio al Google Play, riescono non a caso a guadagnare senza che peraltro sia necessario aver maturato in passato delle competenze specifiche o aver conseguito dei titoli di studio.

Le app di successo per Android, sono sempre utili ed accattivanti

È il mercato, infatti, che su Google Play sancisce il successo o l'insuccesso delle applicazioni per il sistema operativo Android, ragion per cui il programmatore che vuole sfondare deve aver maturato la capacità di pubblicare sul marketplace delle app non solo utili, ma anche sicure ed accattivanti.

Come si guadagna e come si acquistano le applicazioni sul Google Play

Il sistema di guadagno più diffuso sul Google Play è quello che prevede la generazione di ricavi, a favore degli sviluppatori, attraverso gli acquisti in-app da parte degli utenti. Questo significa che nella versione base l'applicazione è scaricabile ed è installabile gratuitamente, dopodiché l'utente Android sarà libero di acquistare o meno i contenuti premium il cui prezzo è di norma molto contenuto, ovverosia pari a pochi euro o pochi dollari.

Per pagare, inoltre, l'utente ha un'ampia scelta potendo optare per la carta di credito e di debito, ma anche per Paypal e per la carta regalo. In più, oltre alla formula di acquisto una tantum sul Google Play c'è pure la possibilità, per l'utente mobile Android, di sottoscrivere l'accesso e la fruizione ai contenuti premium delle applicazioni attraverso la formula dell'abbonamento in-app.

Android mobile developer, meglio creare app lavorando in team

Sebbene, come sopra accennato, per diventare un creativo digitale, al fine di implementare e pubblicare app sul Google Play, non sia necessario essere per esempio laureati, in realtà è necessario lo studio e la formazione continua dato che le applicazioni di successo devono avere sempre qualcosa in più rispetto alla concorrenza.

Al riguardo, proprio per emergere sul marketplace rispetto alla concorrenza, è preferibile creare le app Android non in proprio, ma facendo leva sulla creazione e sull'operato di un team di lavoro che rappresentato da programmatori esperti, ovverosia da Android mobile developer. Nella maggioranza dei casi il team di lavoro specializzato nello sviluppo di app per il sistema operativo Android è alle dipendenze di una web agency che offre servizi facendo leva proprio sulle competenze multidisciplinari, nel mondo del digital, del personale.


ARTICOLI CORRELATI
I PIU' LETTI IN RUBRICHE
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Tra Croce e Sciascia, un altro nome deve essere fatto, tra quelli più rappresentativi dell’identità letteraria italiana del Novecento, quello di Eugenio Montale
Data di pubblicazione: 2019-11-08 20:42:23
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]