POLLICE NON MOLTO VERDE
Roma, RIP Lupa. Muore anche l'erede di Spelacchio
Appassita la siepe piantata nel prato dinanzi al Vittoriano, in Piazza Venezia

Una morte che lascia dietro di sé numerosi interrogativi. Una fine violenta e nessun testimone. Un cadavere martoriato dagli agenti atmosferici, dallo smog, dall'incuria generale. Assenza di risposte.

Questo ciò che resta della Lupa. Sì, stiamo parlando di lei: la siepe piantata in Piazza Venezia, nello stesso identico posto dove mesi prima era spirato Spelacchio. Ovvero l'abete divenuto tristemente famoso, nel Natale del 2017,  per le sue precarie condizioni di salute.

Lo stesso destino di sofferenze è spettato alla Lupa. A poco meno di un anno dall'installazione, la triste notizia: è appassita. I giardinieri, dopo averla portata via, hanno dovuto risistemare il prato in Piazza Venezia, dirimpetto il Vittoriano.

Il Comune di Roma, però, non si lascia scoraggiare da queste perdite. A breve dovrebbe essere posta in loco un'altra pianta, una sempreverde della stessa specie. Sperando che possa sopravvivere più a lungo delle sue cugine. Presto ulteriori aggiornamenti.

Leggi anche:

Raggi: "Ecco il primo minibus elettrico completamente rinnovato"

 

Roma. Sgominata banda albanese, 13 arresti tra Italia e Inghilterra

 


ARTICOLI CORRELATI
Gigi Proietti lancia l'appello per salvare la storica Lupa Capitolina
“#‎esodati Progetto M.U.Ro. Quadraro, Roma”, così su Facebook Maupal presenta la sua opera di street art
Approvata una memoria di Giunta per cambiare il brand di Roma Capitale
I PIU' LETTI IN AMBIENTE
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Alta pressione in rinforzo dalla seconda parte della settimana e temperature in rialzo, nuovamente su valori estivi
Data di pubblicazione: 2019-09-10 07:59:48
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]