FATTI DEL VERANO
Roma. Acca Larentia, 2 arresti per aggressione giornalisti al Verano
L'aggressione di due giornalisti del gruppo l'Espresso, il 7 gennaio scorso in occasione della commemorazione della strage di Acca Larentia
Saverio Pedrazzini

Sono leader dei movimenti dell'estrema destra i due tratti in arresto nella mattinata odierna dalla Digos di Roma, nell'ambito di una indagine svolta con il sostituto procuratore Eugenio Albamonte. Le misure cautelari agli arresti domiciliari, emesse dal gip del Tribunale di Roma, Mara Mattioli, riguardano l'aggressione di due giornalisti del gruppo Espresso, avvenuta nel pomeriggio del 7 gennaio scorso al Verano in occasione della commemorazione della strage di Acca Larentia, indetta presso il Mausoleo dei Martiri Fascisti dalla Comunità di Avanguardia Nazionale a cui hanno partecipato circa 60 persone, militanti avanguardisti e militanti di Forza Nuova.

Mentre i due giornalisti documentavano lo svolgimento della commemorazione attraverso riprese video-fotografiche, venivano aggrediti da alcuni partecipanti alla commemorazione, in quanto avevano effettuato registrazioni senza il loro consenso.

Così dopo averli accerchiati separatamente, mentre percuotevano violentemente uno, minacciavano di morte l'altro, per poi picchiarlo, con calci e pugni, sottraendogli anche il documento d'identità per conoscerne le generalità, tutto al solo fine di impossessarsi, con violenza fisica e minacce di morte, del materiale registrato nel corso della celebrazione ed impedire loro di esercitare il diritto di liberta' di stampa.

Le indagini condotte dalla Digos di Roma hanno permesso di accertare che tra gli assalitori c'era anche il capo romano di Forza Nuova, che nonostante fosse sottoposto al regime della sorveglianza speciale si trovava sul luogo, e un elemento di spicco della Comunità di Avanguardia Nazionale, nata dalle ceneri di Avanguardia nazionale, movimento disciolto nel 1976 per ricostituzione del partito fascista.

Nel corso dell'attività di polizia giudiziaria sono state eseguite perquisizioni nelle abitazioni dei due leader di estrema destra, che hanno consentito di rinvenire materiale di interesse investigativo. (Com/Ago/ Dire) 


ARTICOLI CORRELATI
Scotto: "Le formazioni politiche che si ispirano chiaramente al fascismo vanno sciolte"
Individuati gli altri due presunti partecipanti al tentato sequestro di Fanella
Il noto attivista di estrema destra, Maurizio Boccacci, tentava di esporre una bandiera con il simbolo dell’aquila sul fascio littorio
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
1
"È stato un assalto pieno di violenza, che non riusciamo a comprendere, noi non abbiamo nemmeno risposto alle loro provocazioni"
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]