ANNO ZERO DEI RIFIUTI
Roma, Legambiente: Gestione rifiuti al limite collasso e manca assessore
"Non si sta diffondendo il porta a porta a nessuno, non si sta costruendo nessun impianto e ancor peggio non c'è nessun progetto per il futuro"

Da un mese esatto Roma è senza assessore all'Ambiente dopo le dimissioni di Pinuccia Montanari, e Ama è alle prese con l'ennesimo cambio dei vertici aziendali dopo la revoca del CdA da parte del Campidoglio. "La gestione dei rifiuti romani oggi è al limite del collasso: sta cambiando il vertice Ama per l'ennesima volta, non c'è assessore, non si sta diffondendo il porta a porta a nessuno, non si sta costruendo nessun impianto e ancor peggio non c'è nessun progetto per il futuro - dichiara Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio - nei picchi di produzione andrà sempre peggio e l'immondizia purtroppo tornerà inevitabilmente a invadere le strade.

Per avviare l'economia circolare romana e trasformare i rifiuti in risorsa la soluzione era e continua a essere chiara: porta a porta a tutti per far decollare la differenziata, tariffa puntuale che faccia pagare in base ai rifiuti prodotti, costruzione di impianti a partire da quelli anaerobici per l'organico, aumento di isole ecologiche e creazione di centri per il riuso.

Non si è fatto niente di tutto ciò: la diffusione del porta a porta è praticamente ferma da 3 anni, ciò rende inapplicabile la Tariffa puntuale e pianta la differenziata al 45%: conseguenza drammatica per l'ambiente è che la Capitale continua a produrre qualcosa come 1 milione di tonnellate annue di indifferenziato che va in discariche e inceneritori di altri territori.

Anche i materiali differenziati vanno altrove e continuerà così per tanto tempo, non avendo costruito nessun impianto, e con gli unici due impianti proposti, di compostaggio e con vecchia tecnologia, lungi dall'essere realizzati perché Ama non è neanche proprietaria dei terreni. Le isole ecologiche sono le 14 di sempre, non un metro quadro in più, di centri del riuso neanche l'ombra".

In queste settimane arrivano alle sedi di Legambiente segnalazioni di micro-discariche e cassonetti stracolmi soprattutto di quelli per carta e cartone ormai ammucchiati in strada dovunque. "Responsabilità di questo disastro è di chi governa il ciclo dei rifiuti senza renderlo virtuoso e nelle politiche del Campidoglio, dove si ripete come un mantra l'obiettivo "Rifiuti Zero" pienamente condivisibile, ma rifiuti zero vuol dire "impianti mille", e l'amministrazione fa tutto il contrario, assumendo in sé ciascun micro-nimby e ingessando la capitale.

Bisognerebbe intervenire prima che arrivi l'estate in maniera determinata e veloce, per evitare che un nuovo disastro ambientale sulle strade si trasformi in emergenza sanitaria con il caldo, ma niente sta accadendo e intanto, centinaia di camion portano la monnezza romana ovunque, con costi economici assurdi e costi ambientali pazzeschi, la città è sempre più sporca e le ecomafie continuano a fare affari, nelle maglie sempre più sfilacciate di un ciclo che- conclude Scacchi- invece di correre verso i Rifiuti Zero, sembra far precipitare Roma all'Anno Zero dei Rifiuti". (Zap/ Dire) 


ARTICOLI CORRELATI
"Oltre settecento tonnellate di rifiuti romani fermo da due mesi a pochi metri dalle case del quartiere Salario"
Criticità in aumento rispetto al 2013 nei laghi di Castel Gandolfo, Bolsena, Bracciano e Vico
Ecco i dati esposti da Legambiente
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
1
Gli arrestati, fra cui 7 donne, sono ritenuti responsabili di estorsione, usura, intestazione fittizia di beni, spaccio di stupefacenti
2
Danneggiati i cavi della linea ferroviaria: treni in ritardo e corse cancellate
3
Resosi conto di aver rubato l'auto alla madre del calciatore giallorosso, forse ladri amanti della Roma, hanno fatto marcia indietro
4
Un famoso commerciante dell'arredamento di Roma, rimasto vittima dei Casamonica, racconta i metodi estortivi del Clan
5
L'uomo nascondeva dietro le lapidi 1.092 grammi di cocaina e una pistola risultata rubata
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
Romait.it è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@romait.it

[ versione mobile ]