VIA BOITO
Quartiere Africano, 558 dosi di cocaina "parcheggiate" dentro un garage
In manette sono finiti due giovani romani che spacciavano la droga nella zona di Viale Somalia

Un garage nel quartiere Africano di Roma, vicino ai Parioli, utilizzato come base di "parcheggio" per le dosi da spacciare. All'interno gli agenti della Polizia, hanno trovato 558 dosi di cocaina già confezionate, 150 euro suddivisi in banconote di piccolo taglio, un bilancino di precisione e del materiale utilizzato per il confezionamento.

I poliziotti hanno messo in atto un servizio di pedinamento nei confronti di due giovani che destavano sospetto. Residenti a San Basilio e soliti frequentare la zona di viale Somalia, i due ragazzi a bordo di un'auto di grossa cilindrata venivano più volte avvistati mentre erano avvicinati da più persone, che dopo un breve colloquiare si allontanavano.

Proseguendo nel pedinamento, gli agenti hanno seguito la macchina che si è allontata e si è diretta all'interno di un box auto in via Boito. A quel punto gli investigatori hanno deciso di agire, procedendo con la perquisizione.

All'interno del garage, sono state rinvenute numerose dosi di cocaina già confezionate e pronte per essere vendute, un bilancino di precisione e una cassaforte, che all'interno conteneva un'agenda con annotati alcuni nomi, probabilmente di presumibili clienti. I due giovani, entrambi romani di 25  e 24 anni, sono stati tratti in arresto e dovranno adesso rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.


ARTICOLI CORRELATI
I fatti nel quartiere africano, a Roma
La donna nei pressi di un bar tabacchi dirigeva i "clienti assuntori" nel vicoletto dove ad attenderli c'erano i due cugini pusher
In manette 4 romani. Nonostante i recenti arresti la piazza dello spaccio era stata riattivata in breve tempo
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
1
La donna, impiegata in un convitto per persone disabili, si sentiva al sicuro all’interno della struttura, ignorando di essere già monitorata dai Carabinieri
2
"L’amministrazione di Roma Capitale ha deciso di non dare più quel sostegno sul quale contavamo ogni anno. Impossibile per noi affrontare spese"
3
L'incidente è avvenuto in via Tiberina al Km 9.600, coinvolte una moto, un autocarro e un'autovettura
4
Secondo alcune testimonianze da accertare, pare che il bambino, insieme ai genitori, stesse attraversando sulle strisce quando è stato investito
5
La vittima, un 55enne, stava parlando con alcuni ragazzi in zona largo Preneste, quando uno di loro gli si è scagliato improvvisamente contro
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
Romait.it è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@romait.it

[ versione mobile ]