ITALIA, RIALZA LA TESTA
Roma, Piazza del Popolo gremita: Salvini è più che mai "il Capitano"
Il leader della Lega chiede “un mandato per trattare con la UE” e assicura che non farà cadere il Governo

Erano 80mila, ieri a Roma? Centomila? “Soltanto” intorno alle 60mila, come afferma il Fatto Quotidiano ricordando che, metri quadri alla mano, la capienza massima di Piazza del Popolo è “stimabile tra le 56mila e le 62mila persone”?

Sulle cifre si può discutere (un superclassico dei grandi raduni politici) ma la sostanza cambia poco: la gente è accorsa in massa e lo spazio a disposizione era pieno. D’altronde, non è che le manifestazioni di questo tipo equivalgano a una conta su base nazionale. Per quello ci sono le elezioni. O eventualmente le primarie.

L’obiettivo, in questo caso, era aggiungere un ulteriore mattone alla costruzione che Matteo Salvini sta edificando da alcuni anni. Quella di una Lega che non sia più un’entità territoriale – fortissima al Nord, e in particolare in alcune aree a cominciare dal Veneto, ma trascurabile e persino invisa altrove – e che invece diventi il collettore più importante delle istanze di riscossa nazionale. Tanto è vero che anche ieri a Roma, dopo il notissimo “Prima gli italiani”, si è picchiato sul medesimo tasto con uno squillante “Italia rialza la testa”.

Salvini: “Un mandato per trattare con la UE”

Rialzare la testa, in questa fase, significa innanzitutto liberarsi della ragnatela in cui ci troviamo imprigionati a causa dei governi precedenti. Che sia pure per motivi diversi hanno controfirmato i vincoli europei che ci condizionano così tanto, sia in materia di finanza pubblica, sia per quanto riguarda le politiche per contenere il più possibile l’immigrazione illegale. E infatti, a Piazza del Popolo,Salvini lo ha sollecitato esplicitamente: “Datemi un mandato per trattare con la UE”.

Ciò che va subito aggiunto, riguardo a questa ipotetica investitura di massa, ossia così vasta da attestare un consenso generale (anche se generale, ovviamente, non è sinonimo di unanime), è che tutti quelli che dovessero appoggiare una vera battaglia contro le autorità europee non potrà essere a costo zero. E non porterà a vantaggi immediati.

Trattandosi di un riposizionamento ad ampio raggio, sarà inevitabile avere dei contraccolpi. E su questo innanzitutto Salvini, ma per la sua parte anche il MoVimento 5 Stelle, ha il dovere di parlare chiaro: non solo perché è doveroso sul piano politico e su quello etico, ma per evitare che poi ci siano repentini cambi di umore da parte dei cittadini. Se lo si ingaggia davvero, lo scontro con Juncker & C. sarà lungo e oneroso.

E i benefici arriveranno solo col tempo, proprio come accade quando si abbatte una costruzione sbagliata – un ‘euromostro’, diciamo così – e si mette mano a tirarne su una tutta nuova.  


ARTICOLI CORRELATI
E' accusato dalle autorità argentine del reato di lesioni gravi ai danni di un fotografo
Con ogni probabilità, la proroga si è resa necessaria per esaminare le oltre 300 candidature arrivate in risposta al bando pubblico del Campidoglio
La Sindaca si prende qualche ora di tempo e puntualizza con garbo. Ma senza rinunciare a un paio di frecciatine
I PIU' LETTI IN POLITICA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
Il piano prevede la sperimentazione di strisce pedonali con led, nuova segnaletica e nuovi semafori e il prolungamento dell'isola pedonale dov'è la fermata bus
2
Esponenti del Pd romano come Giachetti, saranno presenti in alcune piazze della Capitale per raccogliere firme per il referendum sulla privatizzazione dell'Atac
3
Sblocco del turn over che coinvolgerà nel triennio 2018/2020 circa 400 unità di personale, che andranno a rimpiazzare le altrettante in uscita per pensionamento
4
"Lo abbiamo fatto minimizzando i costi: abbiamo investito 2 milioni di euro contro i 15 milioni spesi nel febbraio 2012 dall'amministrazione Alemanno"
5
La candidatura arriva il giorno del suo compleanno, l'ex sindaco di Roma oggi compie 61 anni ed è l'unico che potrebbe infastidire gli avversari
1
E' stato risolto il contratto con il fornitore della manutenzione degli impianti nelle stazioni della metropolitana, lo comunica Atac
2
"Il 9 aprile in Consiglio municipale i 13 consiglieri di opposizione approveranno la mozione di sfiducia"
3
"Il divieto delle plastiche monouso sul quale Raggi sta 'lavorando' è una reazione importantissima a chi vuole mettere sotto scacco Roma"
4
"Si attendono segnali chiari da Piazzale Clodio. Non sono consentite distrazioni che segnaleremmo con dovizia di particolari"
5
IL deputato del Partito democratico Michele Anzaldi, in occasione della visita del Papa, si concentra su piazza del Campidoglio, semivuota a suo dire
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
Romait.it è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@romait.it

[ versione mobile ]