IRRUZIONE DURANTE LA SEDUTA
Roma, blitz contro l'aborto durante il Consiglio del I Municipio
Un gruppo di esponenti di Militia Christi ha contestato Sabrina Alfonsi con lo striscione "Dimettiti". La presidente: "Sui diritti non si torna indietro"

Quindici esponenti del movimento Militia Christi questa mattina hanno fatto irruzione nella sede del Consiglio del I Municipio del Comune di Roma. Gli uomini, con un bavaglio sul viso, hanno esposto uno striscione con scritto "Dimettiti" rivolto alla presidente del Municipio Sabrina Alfonsi.


Irruzione di esponenti di Militia Cristi contro l'aborto

"Durante la seduta del consiglio del Municipio I per discutere il Bilancio - ha raccontato la presidente -, un gruppo di militanti di Militia Christi composto da una quindicina di persone a volto coperto ha fatto irruzione all’interno dell’aula consiliare interrompendo i lavori ed esibendo uno striscione con la richiesta delle mie dimissioni, a causa del mio impegno in difesa della Legge 194 e del flash mob di qualche giorno fa davanti alla sede dell’associazione Pro Vita".
 

Blitz nel I Municipio, Alfonsi: "Sui diritti non si torna indietro"

"Quella dell'autodeterminazione delle donne in materia di aborto - ha aggiunto Sabrina Alfonsi - è una battaglia delle nostre madri e non può che essere anche la nostra. La legge 194 è una legge di civiltà che ha fatto diminuire sia aborti che le morti di donne a causa di aborti clandestini. Gli attacchi che ho ricevuto in questi giorni dimostrano che siamo sulla strada giusta, e certamente questi tentativi di intimidazione non fermeranno me e non fermeranno la mobilitazione delle donne, sui diritti non si torna indietro".


Irruzione durante il Consiglio municipale, Toni Brandi risponde a Sabrina Alfonsi

"Da Sabrina Alfonsi - risponde Toni Brandi, presidente dell'associazione Pro Vita - abbiamo subìto un atto incivile e abusivo lunedì sera, quando la signora in questione ha deciso, con altre abortiste della giunta, di imbrattare il manifesto in difesa del nascituro che è esposto nella nostra vetrina affacciata sulla strada. Per questo, insieme a sostenitori di pro vita e altri cittadini, siamo scesi in campo in difesa della libertà di dire la verità sul valore della vita. Ci siamo presentati all'assemblea del consiglio municipale di Roma Centro per sostenere la richiesta di dimissioni del presidente Alfonsi".

 

Leggi anche:

Roma, Bernabei: Alfonsi e Pd strizzano l'occhio a Lobby Bancarellari

Alfonsi: Solidarietà a giovane aggredito a Esquilino


ARTICOLI CORRELATI
Ne parliamo con Toni Brandi, presidente di ProVita Onlus, in occasione della prima Marcia per la Famiglia a Roma
L'intervista ad Aleksej Komov, responsabile internazionale del dipartimento per la famiglia della Chiesa Ortodossa Russa
Da piazza Cola di Rienzo a piazza Risorgimento per "salvaguardare e difendere la famiglia"
I PIU' LETTI IN POLITICA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Dai mezzi pubblici al blocco auto fino ai rifiuti, la Città Eterna non sa più a che santo votarsi. Ma il sindaco pensa a pedonalizzare San Giovanni in Laterano
Data di pubblicazione: 2020-01-19 09:59:59
2
"Una situazione che ormai è diventata atavica e crea disservizi su mobilità e viabilità a oltre 200 mila residenti e cittadini"
Data di pubblicazione: 2020-01-20 18:16:47
1
M5S in rivolta per la discarica a Valle Galeria, il sindaco con le spalle al muro scappa. E, come sempre, i Romani pagano l’incapacità della giunta grillina
Data di pubblicazione: 2020-01-05 10:27:40
2
La procedura di gara "a doppio oggetto", che prevede la creazione di una società a capitale misto pubblico-privato, è stata ritenuta legittima dai giudici amministrativi
Data di pubblicazione: 2020-01-18 19:35:52
3
Il Comune di Roma è ormai nel caos per la gestione dei rifiuti e la Regione Lazio si dice pronta a commissariare la Sindaca
Data di pubblicazione: 2020-01-04 16:02:58
4
"Una discarica a soli 2 km dal sito dove per oltre 40 anni ha funzionato la vecchia discarica è follia con un danno commesso sull'ambiente e sulla salute dei residenti"
Data di pubblicazione: 2020-01-01 16:42:31
5
Affermazioni incaute ma sostanzialmente fondate sulla pagina Facebook dell’Istituto. E nelle reazioni, a torto, domina lo scandalo
Data di pubblicazione: 2020-01-17 08:04:00
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]