CARTE D’IDENTITÀ
Garante privacy: non padre e madre, ma “genitore 1” e “genitore 2”
Il Viminale vuole tornare alle definizioni tradizionali e rigetta il parere. Salvini: "Noi andiamo avanti”

Eccesso di cautela, per dirla in maniera molto, molto gentile. Secondo il Garante della privacy, l’autorithy istituita con la legge 675/1996, sui moduli per la richiesta dei documenti di identità dei minorenni non bisogna tornare a usare i consueti termini di padre e madre, ma conservare quelli di “genitore 1” e “genitore 2”.

I primi, infatti, sarebbero troppo specifici, in quanto rimandano subito all’idea che il padre sia un uomo e la madre una donna. Ergo, non vanno bene quando invece, ahinoi, la situazione non è altrettanto netta e i genitori sono entrambi uomini, o entrambe donne. O quando magari il genitore è soltanto uno e non desidera optare per una scelta precisa. Certo: perché limitare il proprio ruolo ingabbiandolo in una definizione precisa? Una mattina ci si sveglia e ci si sente più “madre”. Un’altra mattina ci si sente più “padre”. O magari si cambia punto di vista durante la giornata: a colazione padre, a merenda mamma, a cena… chissà.

Chi garantisce davvero, il Garante?

La cosa grottesca è che si sostiene che questi accorgimenti dovrebbero tutelare i minori. Quando invece servono solo a gratificare gli adulti (si fa per dire “adulti”) che si sono lasciati riempire la testa delle fisime del politicamente corretto. E quindi, nell’ansia di non fare torto a nessuno, fanno a pezzi il buon senso.

A proposito: i minorenni in questione, e in particolare quelli più piccoli che ancora non sono in grado di addentrarsi in queste sottigliezze, come si dovranno regolare, in pubblico o in privato? Saranno liberi di utilizzare i vecchi termini, o andranno immediatamente abituati a ricorrere ai nuovi?

Proviamo a immaginarceli. Il piccino cade a terra e si fa un po’ male e scoppia a piangere. In effetti gli verrebbe da gridare “Mamma!”. Viceversa, anche se a scuola non c’è ancora andato e quindi non ha dimestichezza coi numeri, deve urlare “Ahia, ahia, Genitore 1”. O forse “Ahia, ahia, Genitore 2”. Va’ a capire come si sono messi d’accordo loro, i “genitori 1 & 2”.

Ma il Viminale non ci sta

Pronta, però, la replica di Matteo Salvini, che pure aveva sollecitato il parere del Garante in vista del ritorno alle definizioni tradizionali di padre e madre: "Noi andiamo avanti: non esiste privacy che neghi il diritto ad un bimbo di avere una mamma e un papà”.

È quello che i maniaci del ‘politicamente corretto’ non capiscono, o fanno finta di non capire. Per riverire l’eccezione, non esitano a imporre scelte cervellotiche ai moltissimi altri che quell’anomalia non ce l’hanno. E che perciò, pensa te che pretesa, vorrebbero continuare a chiamare le cose con le parole consuete: più che consuete, anzi, naturali.

Leggi anche:

Salvini: "Entro novembre abbatterò villa Casamonica con ruspa"

Giornalisti in piazza anche a Roma. Ma è una logica sballata

Da un lato la Sanità lombarda, dall'altro la sanità al sapore di seppia

 


ARTICOLI CORRELATI
Il liceo Mamiani ha deciso di sostituire i termini "Mamma" e "Papà" con "Genitore 1" e "Genitore 2"
Tutti gli istituti del Municipio VIII saranno soggetti ad "aggiornamento della terminologia parentale"
GI: "Anche il presidente del Municipio VIII è nato da un uomo e una donna"
I PIU' LETTI IN OPINIONI I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
Siamo di fronte alla drammatica situazione nella quale versa la più grande azienda di trasporto pubblico locale d’Italia
2
"La Capitale è l’unica città della Ue dove l’automobilista, che ha avuto la gentilezza di rallentare, viene ringraziato"
3
Cittadini e utenti sono presi d’assalto all’aeroporto di Fiumicino da noleggiatori più o meno regolari e abusivi
4
Sembra un secolo fa ma sono passati pochi anni dall'avvento della gestione Unicredit e degli "americani"...
5
Caro klose, siamo in due a lasciare la Lazio. Tu rappresenti gli ultimi 5 anni ma la sua storia è assai più lunga, ed è anche la mia storia...
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
Romait.it è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@romait.it

[ versione mobile ]