#GIU'LEMANIDALL'INFORMAZIONE
Giornalisti in piazza anche a Roma. Ma è una logica sballata
Invece di protestare contro il M5S, si dovrebbe ragionare sui motivi della perdita di credibilità

Cotta e mangiata. Come è tipico dei ‘flash mob’, che sono appunto delle riunioni pubbliche convocate in quattro e quattr’otto e dando la priorità all’immediatezza anziché alla numerosità dei partecipanti.

La preannunciata manifestazione dei giornalisti si è svolta in simultanea in diverse città. E qui a Roma, in particolare, la sede prescelta è stata Piazza Santi Apostoli. All’appuntamento si sono ritrovate alcune centinaia di persone: non proprio un flop, viste le modalità accelerate dell’iniziativa, ma neanche un successo tale da lasciare il segno. Per prima cosa, del resto, bisognerebbe sapere con una certa esattezza quanti erano i giornalisti e quanti i cittadini. Così da capire se e in quale misura le proteste dei primi siano condivise dai secondi.

Giornalisti - Manifestazione Santi Apostoli

La questione, d’altronde, è di carattere più generale: che cosa dovrebbe attestare la riunione in piazza di un numero limitato di dimostranti che difendono la propria categoria professionale, quando non si arrivi a creare una vasta mobilitazione popolare? È chiaro che qualsiasi gruppo sociale non del tutto irrilevante è in grado di inscenare una qualche manifestazione pubblica. Ma se non si crea una potente saldatura con vasti settori della popolazione, la cosa si riduce a una specie di soliloquio: ci si dà ragione da soli, e finisce lì.

Il vero problema che dovrebbero affrontare i ‘colleghi giornalisti’ è che nel corso degli ultimi anni la credibilità della categoria si è sgretolata. E la causa principale non sono certo gli attacchi virulenti degli M5S, ma l’impressione collettiva di una sostanziale convergenza, per non dire connivenza, con i potentati economici e politici che detengono il potere sia in Italia, sia in Europa. Da qui, una disaffezione crescente. Sulla quale, poi, c’è chi ha gettato ulteriore benzina.

È da questa consapevolezza, che bisognerebbe ripartire se davvero si volesse provare a riconquistare la fiducia dei lettori.

Se invece ci si continua a cullare nell’illusione di essere ineccepibili, e che gli strali lanciati dai vari Di Maio e Di Battista siano dovuti solo a un bieco calcolo propagandistico, allora non si andrà da nessuna parte. Ma solo nella piazza di turno, per la protesta di turno, per il selfie audio-video di turno.

 


ARTICOLI CORRELATI
Martedì 13 novembre in piazza Santi Apostoli alle ore 12 Flashmob #giu'lemanidall'informazione aperto a tutti i cittadini
La giornalista racconta di aver subito un'aggressione verbale e di essere stata accerchiata e costretta ad andarsene
E intanto, chi dimostra solidarietà al popolo palestinese viene aggredito, come a Roma il 1 Luglio
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Il conducente dell'auto, un uomo di 34 anni, è stato accompagnato in ospedale per gli accertamenti tossicologici di rito
Data di pubblicazione: 2019-10-14 10:11:09
1
Secondo i primi elementi raccolti dalla Polizia Locale, non ci sono altri veicoli coinvolti
Data di pubblicazione: 2019-10-13 12:13:48
2
Un provvedimento che tocca una materia da sempre controversa, e interessa diverse città italiane meta dei turisti
Data di pubblicazione: 2019-10-13 14:12:12
3
Occupazione, Salario, Contratto e Articolo 18: Conad fa scena muta. Lo sciopero arriva dopo che è saltato l’accordo ex Auchan
Data di pubblicazione: 2019-10-14 07:36:58
4
Il conducente dell'auto, un uomo di 34 anni, è stato accompagnato in ospedale per gli accertamenti tossicologici di rito
Data di pubblicazione: 2019-10-14 10:11:09
1
A dare l'allarme sono stati alcuni dipendenti che al loro arrivo hanno trovato un cartello affisso sulla porta del locale in cui l'uomo avvisava di farla finita
Data di pubblicazione: 2019-10-04 10:54:37
2
La società "respingendo la ricostruzione dei fatti offerta dal programma, si riserva di tutelare le proprie ragioni nelle opportune sedi, anche giudiziarie"
Data di pubblicazione: 2019-10-10 15:31:08
3
Gli investigatori del commissariato Tuscolano, dopo un'intensa attività d'indagine sono riusciti a risalire alle generalità di tutti i componenti della baby-gang
Data di pubblicazione: 2019-10-05 17:07:59
4
Il giovane, che era a casa della fidanzata, è deceduto sul colpo
Data di pubblicazione: 2019-10-01 10:29:23
5
La giornalista e conduttrice tv si lamenta della bolletta ricevuta dall'Enel, scatenando un'aspra polemica sui Social sul caro bollette
Data di pubblicazione: 2019-10-05 19:06:51
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]