MOGOL SU RADIO 2
Mogol: "Lasciamo lavorare questo Governo... vorrei incontrare Salvini"
"Questo Governo bisogna lasciarlo lavorare. Alcune proposte, soprattutto sul tema dei migranti, sono interessanti"

Giulio Rapetti,in arte Mogol, è intervenuto su Rai Radio 2 nel corso del programma "I Lunatici", condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

Il celebre paroliere, scrittore e produttore discografico italiano è tornato a parlare di Lucio Battisti: "Sul nostro sodalizio è stato detto tutto, la cosa più importante sono le canzoni che abbiamo scritto, che grazie a Dio sono ancora vive. Quando penso a Lucio rivedo il suo sorriso, questa è l'immagine che mi è rimaste impressa".

Sullo stato di salute della musica italiana: "Sono i critici e i giornalisti che dovrebbero dire come sta la musica italiana, io sono un autore, sono una parte interessata. Circa venti anni fa ho detto che la musica italiana sarebbe andata in recessione, penso che questo sia accaduto. La gente mi dice che non si cantano più le canzoni come accadeva una volta":

Mogol ha parlato di rap e di trap: "Il rap è una parte della musica, forse meno importante del rock, ma molto utile per i giovani. Il trap? Non sono molto informato. Mi dite che i versi sono caratterizzati dall'ostentazione della ricchezza e della popolarità? E' musica di settore, musica di nicchia, dedicata ai ragazzi"

Sul momento politico e la questione immigrazione: "Mi invitò a parlarne Tajani a Bruxelles, il pubblico era composto da giovani artisti africani che volevano venire in Europa. Non è stata trovata una soluzione, secondo me l'Europa dovrebbe finanziare le aziende agricole europee per lavori da fare in Africa consentendo agli africani che accolgono questa offerta di guadagnare il 30% della produzione. Così le abilità arriverebbero dall'Europa, ma non ci sarebbe una spesa, bensì un investimento. Così permetteremmo ai migranti di non arrivare in un Paese dove li attende solo la carità. Bisogna offrire agli africani un lavoro e una dignità nel loro continente":

Mogol, infine, ha rivolto un invito a Salvini: "Questo Governo bisogna lasciarlo lavorare. Alcune proposte che ho sentito, soprattutto sul tema dei migranti, sono interessanti. Il problema è europeo, non può essere solo italiano. O l'Europa esiste o l'Europa non esiste. Se l'Italia si deve occupare da sola del problema dell'immigrazione è una follia. Spero di poter parlare con Salvini, l'ho invitato a parlare del mio progetto quando mi è capitato di sentirlo al telefono".


ARTICOLI CORRELATI
La notte della musica emergente al Piper Club
Non si è fatta attendere la risposta del figlio del neo presidente: "Il regalo è in arrivo"
Prorogato al 30 giugno il bando di iscrizione alla X edizione che si svolgerà dal 31 ottobre al 2 novembre in Umbria
I PIU' LETTI IN OPINIONI I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
Siamo di fronte alla drammatica situazione nella quale versa la più grande azienda di trasporto pubblico locale d’Italia
2
"La Capitale è l’unica città della Ue dove l’automobilista, che ha avuto la gentilezza di rallentare, viene ringraziato"
3
Cittadini e utenti sono presi d’assalto all’aeroporto di Fiumicino da noleggiatori più o meno regolari e abusivi
4
Sembra un secolo fa ma sono passati pochi anni dall'avvento della gestione Unicredit e degli "americani"...
5
Caro klose, siamo in due a lasciare la Lazio. Tu rappresenti gli ultimi 5 anni ma la sua storia è assai più lunga, ed è anche la mia storia...
1
Diffusione della conoscenza per la costituzione di un "sistema integrato per la gestione delle crisi e emergenze"
2
Certo, dopo il referendum, rimane il rammarico di una cittadinanza romana che sembra sempre un po' cialtrona...
3
Il Viminale vuole tornare alle definizioni tradizionali e rigetta il parere. Salvini: "Noi andiamo avanti”
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
Romait.it è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@romait.it

[ versione mobile ]