NOVITA' NELLA MUSICA
Steven B. arriva con "Put the ball...and run" la novità dell'estate
Steven B. è arrivato sulle scene musicali. Spettacolare e inconsueto personaggio, simile a un prisma dalle tante facce
Steven B. è arrivato sulle scene musicali. Spettacolare e inconsueto personaggio, simile a un prisma dalle tante facce. Con lui è arrivato  il suo singolo "Put the ball...and run", per mano della etichetta discografica Oml Theater. Dallo scorso 7 maggio il brano è scaricabile sulle principali piattaforme digitali musicali e sta girando per le radio d'Italia. Già performer di teatro, cantante attore e coreografo; la sua dedizione per il mondo dello spettacolo, la perseveranza, una certa dose di fortuna e il talento, gli hanno concesso collaborazioni con artisti del calibro di Gigi Proietti, Pippo Baudo, Vincenzo Salemme, Rita Pavone, Serena Rossi, Enrico Brignano, Gianluca Guidi, Luca Barbareschi, Giampiero Ingrassia, Johnny Dorelli e tanti altri, oltre ad essere da anni il coreografo e assistente artistico di Loretta Goggi. Grazie al suo percorso anche in campo sportivo, soprattutto nel tennis, ed essendo un fan di Roberta Vinci, la grande tennista italiana che ha dato  il suo addio alla racchetta ai recenti Internazionali di Tennis, il brano è stato a lei dedicato ed arrangiato insieme al maestro Fabio Frizzi (che è anche il co-autore delle musiche), in chiave ‘swing’, per omaggiarla anche in musica.  Il brano è sostenuto moralmente dal Comitato Nazionale Italiano Fair Play (Associazione Benemerita CONI) e dal suo Presidente, il Commendatore Ruggero Alcanterini, ed è nelle intenzioni destinato ad essere un inno rivolto ai giovani, lanciato come memory per i protagonisti che hanno fatto in positivo la storia dello Sport.
 
Sembra  dire, Steven B:  "Guardatemi adesso, come se aveste davanti ai vostri occhi un Prisma; fermatevi un secondo a rimirar le mie mille-facce, le loro guance, i loro incastri, le loro sfumature, i loro singolari colori. Guardatemi perche', se ne avete voglia, proprio tra le pieghe di quegli angoli, tra gli incroci di quelle linee orizzontali con le sorelle verticali; tra la vicinanza non sempre scontata delle varie facce di quel Prisma, arriverete a sfiorare la mia anima". Il personaggio Steven B. è  da sentire e vivere esattamente così: come un Prisma sfaccettato e multicolore,  dove si annidano e convivono più io  , dove a vigilar c'è un solo portiere dello stabile, ma tanti sono gli  inquilini;  inquilini simili, spesso paralleli e talvolta in opposizione, che uno crederebbe coetanei, ma altre volte sono lontani tra loro più di due generazioni. Complicato e dannatamente semplice, spesso in beata-compagnia della sua rutilante solitudine, Steven B. è  sia un chiasso assordante che un armonioso silenzio; sia frutto che guscio; sia una che dieci,  o cento,  o forse mille foglie d'autunno. Sarà  l'Estate da bere sotto l'ombrellone-della-vita, con la sua timidezza ed  audacia, con la sua leggerezza  nell'andatura e la sua forza nel ritmo.  Come un dubbio che passeggia; come una piccola certezza che piroetta verso il domani. 
Spesso senza GPS satellitare,  ma senza alcuna paura di smarrirsi. Ecco un faccia a faccia breve, ma intenso:
 
Steven B., sei un personaggio che compare  oggi ma che arriva da molto lontano. Chi è  Stefano Bontempi, il professionista da cui tutto ha origine? 
Stefano Bontempi è il risultato , non troppo ovvio, di una carambola di figure geometriche. Mi spiego meglio: nasco decisamente con la passione per  il ballo che mi ha portato a conseguire il diploma di danzatore classico presso l'Accademia Nazionale di Danza Classica di Roma, ma gia' durante quel percorso di formazione mi resi conto di quanto mi piacesse anche il canto e la recitazione Mi sono cosi' avvicinato al mondo del Musical in maniera  molto naturale,  imparando molto spesso il mestiere al fianco di artisti del calibro di Gigi Proietti, Johnny Dorelli, Luca Barbareschi, Lorenza Mario, Maria Laura Baccarini, Gianluca Guidi, Giampiero Ingrassia, Christian De Sica, e molti altri... Appassionandomi al Teatro, mi sono fatto conquistare anche dalle infinite possibilita' che ti offre , anche fuori dal palcoscenico.
E da danzatore-attore-performer mi sono poi dedicato alla coreografia,  con stimoli e sfide che mi hanno regalato molte soddisfazioni, senza tralasciare pero' eventuali 'sortite' come assistente alla regia, o capo-balletto, o ancora assistente-personale.... ideatore di costumi, o scrittore di piccoli-soggetti-teatrali! Quando il Teatro non 'bastava' piu' ho cercato anche la Tv, ed avuto il privilegio di lavorare al fianco di Pippo Baudo, Carlo Conti o Michelle Hunziker! Ecco , Stefano Bontempi e' stato ed e' tante-cose, tanti lati, tante 'facce' di una stessa figura geometrica!
 
È  più  difficile il mestiere del coreografo o del ballerino? E perché? Ed in quale veste ti identifichi di piu'?
Domanda difficile! Mi verrebbe da dire che il ballerino, per ovvie ragioni di 'estetica' e 'standard' dei copioni di molti spettacoli o trasmissioni televisive, deve fare necessariamente i conti col passare del tempo, e' sempre costretto a 'mantenersi pimpante e giovane', laddove la professione del coreografo ti consente un raggio di azione molto piu' ampio.  Puoi coreografare tranquillamente anche a 60-70 anni ....., ballare e' senz'altro piu' proibitivo a quell'eta'! Non ho una professione preferita tra le due, piuttosto mi piace pensare a due bellissime forme d'arte strettamente imparentate l'una all'altra!
 
I pregi della tua attività  artistica quali sono?
Il mio mestiere custodisce un  'vagone' di pregi!  Innanzitutto il fatto che scegli come professione un qualcosa che ami talvolta piu' di te stesso!
Questo mestiere ti consente di "cambiare pelle" continuamente, di trasformarti, di 'rischiare' scrivendo anche cose di tuo pugno,  ti consente di inseguire traguardi, di viaggiare, di conoscere sempre persone e storie-nuove e  di regalare un paio d'ore, una mezz'ora, fosse anche un minuto di felicita' ed  emozione al pubblico! Ed è un mestiere dove, quando meno te l'aspetti, i sogni si avverano!  Volevo incontare e lavorare con Loretta Goggi sin da piccolino, essendo letteralmente conquistato dal suo immenso talento e dalla sua versatilita', ed e' successo!!!
 
Se dovessi dare dei  consigli ad un giovane che volesse seguire il tuo mestiere, quali sarebbero e perché?
Non sono cosi bravo a dare consigli, lo ammetto, ma opeterei per :"non smettete mai di studiare, di essere curiosi e... regalatevi un esperienza lavorativa all'estero, se potete!"
 
L'esigenza di Steven B. nasce da dove? Parlaci di lui-te.
E' un esigenza 'figlia' di quella figura geometrica di cui accennavo prima. Nel mio 'essere-prisma' e' arrivata anche la passione x lo sport, Tennis in primis,  ed ho semplicemente unito gli 'angoli' cosi affascinanti tra musica-pop,  sport e ballo in un percorso creativo dove 'quello che sono stato fino a ieri' diventa una ideale piattaforma x un trampolino ricco di nuovi stimoli e nuove avventure! Adesso ho delle cose da 'dire' in ambito pop e lo faccio tirandomi dietro anche tutta la teatralita' ed il back-ground delle stagioni passate...
 
Cosa bolle in pentola per Stefano Bontempi?
Bolle l'arrivo di un Musical nuovo qui a Roma, di cui ho firmato le coreografie, per la regia di Marco Simeoli,  e la scrittura di un format-teatrale nato dalla 'costola' della musica proposta da 'Steven B.' 
 
E per Steven B. dove avremo modo di ascoltarlo prossimamente, e di vederlo on stage?
Ahhhhhh,sarebbe fantastico poterlo ascoltare molto in Radio,  e poterlo seguire in tante esibizioni "live": stiamo davvero lavorando x voi.
Sara', mi auguro, una Primavera ed un Estate tutta 'sport-pop' , in compagnia di ... 'Steven B.!'
 
Per seguire le sue vicende ed i prossimi appuntamenti che lo riguardano, consultate il suo F acebook  StevenBartist o la sua postazione Instagram  stevenb.puttheball.
 
* Foto ufficiali di Giovanna Onofri

ARTICOLI CORRELATI
A Piazza del Popolo, questa sera alle 18 il concerto in onore di Franco Califano
"La festa più intrigante dell'anno dove le sorprese non sai quando iniziano ma soprattutto quando finiscono" FOTO
Domani sera parte “Altrimenti ci arrabbiamo” il nuovo spettacolo di Milly Carlucci, su Raiuno alle 21,10
I PIU' LETTI IN INTERVISTE I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
A "Un Giorno Speciale" su Radio Radio vivace scambio di vedute sulla caccia. Tozzi: "I cacciatori sono dei poveracci"
2
Federica Angeli: "Come fanno gli egiziani a comprare le mura di un negozio? I loro sponsor sono quelli che loro chiamano 'napoletani'"
3
Intervista alla responsabile dello sponsor dell'iniziativa, Marianna Giovannetti
4
Al Quotidiano del Lazio il giornalista racconta la sua triste esperienza, descritta nel libro "Ho ucciso il Cane Nero"
5
Intervista all'ex sindaco di Roma Gianni Alemanno ad un anno dall'elezione di Ignazio Marino
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
Fa discutere l'iniziativa di due artisti argentini che hanno realizzato una particolare versione della bambola
Romait.it è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@romait.it

[ versione mobile ]