CANCELLAZIONE MURALES
Tor Bella Monaca, Raggi per la rimozione del murales Serafino Cordaro
"Il segnale che vogliamo dare è innanzitutto un segnale di legalità, per far capire che lo Stato c'è, le istituzioni ci sono"

A Roma, intorno all'una di notte, è stato rimosso nel quartiere di Tor Bella Monaca, il murale dedicato a Serafino Cordaro, esponente dell'omonimo clan assassinato nel 2013.

Massiccio il dispiegamento di forze dell'ordine in via Quaglia, nei pressi del caseggiato popolare R9, dove campeggiava il graffito. Presente il sindaco di Roma, Virginia Raggi, accompagnata dal comandante generale della Polizia di Roma Capitale, Antonio Di Maggio, che ha diretto le operazioni con il supporto di Polizia e Carabinieri. Chiusa al traffico per circa 3 ore via Quaglia. Tutte le operazioni si sono svolte regolarmente.

"Serafino sei il nostro angelo". Questo c'era scritto sulla gigantografia, ora coperta con la vernice, dedicata a Serafino Cordaro che campeggiava sulla facciata del complesso R9 in via Quaglia. Il graffito era comparso qualche giorno dopo il 2 febbraio 2013, quando Serafino Cordaro venne ucciso a colpi di pistola in un regolamento di conti nella vicina via Acquaroni. L'uomo era considerato dagli inquirenti uno dei vertici dello spaccio nella zona di Tor Bella Monaca. Sulla presenza del murale a lui dedicato si era espresso anche il procuratore aggiunto della Dda, Michele Prestipino, che aveva detto: "Il fatto che nessuno lo rimuova dà prestigio ai criminali". A inizio maggio Raggi ne aveva annunciato l'imminente rimozione.

Oltre al murale dedicato a Serafino Cordaro, nella notte a Roma è stato rimosso anche quello in memoria di Antonio Moccia che da anni campeggiava sul muraglione di via Amico Aspertini. Antonio Moccia era figlio di Vincenzo, uno dei capi della colonna romana del clan camorristico originario di Afragola. Il graffito riportava la frase "Tony vive e compari" a seguito della morte del 20enne, che rimase coinvolto in un incidente stradale in via dell'Archeologia nel settembre del 2012.

"Abbiamo voluto cancellare entrambi i murales, anche quello dedicato a Moccia. Siamo qui dopo una serie di segnalazioni, anzi una in particolare, e abbiamo raggruppato le forze: Polizia locale, Polizia di Stato e Carabinieri". A dirlo è stata il sindaco di Roma, Virginia Raggi, intervenuta questa notte a Tor Bella Monaca per la rimozione dei murales dedicati a Serafino Cordaro e Antonio Moccia.

"È stata una serata abbastanza intensa. Stasera abbiamo cancellato e nei prossimi giorni continueremo a rimanere qui e presidieremo queste zone come è giusto che sia. Il segnale che vogliamo dare- ha spiegato la prima cittadina- è innanzitutto un segnale di legalità, per far capire che lo Stato c'è, le istituzioni ci sono e non è possibile che in alcune zone ci siano dei disegni o dei murales che ricordino come eroi delle persone che sono comunque legate a un mondo malavitoso. Questa situazione deve finire- ha aggiunto- perché lo Stato deve riaffermare il primato della legalità. Ora si continua presidiando il territorio e si continua anche perché le situazioni sono molteplici e le operazioni non si fanno da soli, ma con il coinvolgimento di tanti soggetti ed è questo il modo in cui si dovrà lavorare anche in altre zone su altri settori", ha concluso Raggi.
Prima di lasciare Tor Bella Monaca, il sindaco di Roma ha voluto ringraziare le forze dell'ordine che hanno partecipato all'operazione: "È stata una serata non semplice, un'operazione non semplice, quindi grazie a tutti. Saremo ancora qui perché non credo che basterà una cancellazione. Grazie davvero perché una parte dei cittadini aspettava questo danni". (Agenzia Dire)

LEGGI ANCHE

Roma, Casa donne, Raggi: Falso dire che vogliamo chiudere o sgomberare

Roma, Casa donne. Piccolo: Raggi contestata alla "Race for the Cure"

Roma, Raggi esorta a usare pecore e capre come tosaerba nei parchi


ARTICOLI CORRELATI
"Come Ater ci siamo impegnati ad effettuare per restituire alla legalità quegli edifici di proprietà dell'azienda"
Una scritta a deturpare l'omaggio al giovane militante del Fronte della Gioventù assassinato nel 1983
Municipio XV: Torquati 'sfottuto' con un murales
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
47enne, detenuto presso il carcere di Rebibbia, l'uomo è evaso lo scorso 16 agosto dopo essere stato tradotto presso l'ospedale romano 'Sandro Pertini'
Data di pubblicazione: 2019-08-22 18:23:57
2
Il 52enne, ricoverato in ospedale, riportò un trauma cranico e ferite lacero contuse giudicate guaribili in 15 giorni
Data di pubblicazione: 2019-08-22 11:32:56
3
Un 22enne bengalese, senza alcun apparente motivo ha aggredito una donna colpendola con un pugno al volto
Data di pubblicazione: 2019-08-22 09:36:50
1
Un urlo si è alzato al suo passaggio: "Rispetto!" E gli animi si sono scaldati
Data di pubblicazione: 2019-08-21 17:31:29
2
"L'autista della linea 716 che la mattina del 16 agosto ha tentato di impedire l'ingresso nel bus a una persona di colore non può rimanere al suo posto"
Data di pubblicazione: 2019-08-18 23:33:36
3
"Parteciperemo ai funerali di Fabrizio come nel nostro stile, in assoluto silenzio, rispetto e compostezza. Onoreremo così il volere dei familiari" scrivono in un comunicato diffuso in rete gli Irriducibili Lazio
Data di pubblicazione: 2019-08-19 00:17:56
4
Un 22enne bengalese, senza alcun apparente motivo ha aggredito una donna colpendola con un pugno al volto
Data di pubblicazione: 2019-08-22 09:36:50
5
Il 52enne, ricoverato in ospedale, riportò un trauma cranico e ferite lacero contuse giudicate guaribili in 15 giorni
Data di pubblicazione: 2019-08-22 11:32:56
1
Il fatto drammatico è avvenuto questa sera in via Lemonia, nel Parco degli Acquedotti. Sarà la direzione Antimafia a indagare sull'omicidio
Data di pubblicazione: 2019-08-07 20:01:51
2
In un altro esercizio denunciati il titolare per frode in commercio e un addetto alla sicurezza perché in possesso di un manganello telescopico
Data di pubblicazione: 2019-08-03 16:22:55
3
La demolizione della Tangenziale è solo un tassello del grande disegno di trasformazione dell'area intorno alla stazione Tiburtina. Ecco come cambierà
Data di pubblicazione: 2019-08-05 15:25:44
4
Apre i battenti la spiaggia sul lungotevere Dante, voluta dalla Raggi
Data di pubblicazione: 2019-08-03 18:09:39
5
"La maleducazione, l'arroganza, la disinformazione riguarda proprio tutti. Al 118 abbiamo la possibilità di toccarla con mano ad ogni soccorso"
Data di pubblicazione: 2019-08-11 22:03:53
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]