L'EX ALL'URBANISTICA
Roma, Parla l'ex Assessore Berdini: Ecco chi comandava in Campidoglio
Berdini: Con i soldi delle Olimpiadi si sarbbero potute tappare tutte le buche di Roma

L'ex assessore all'Urbanistica della giunta Raggi, Paolo Berdini, ha commentato il no alle Olimpiadi, dichiarando che con i soldi si sarbbero potute tappare tutte le buche di Roma.

Paolo Berdini è intervenuto nella trasmissione “Ho scelto Cusano – Dentro la notizia”, condotta da Gianluca Fabi e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, dichiarando che "Roma sta andando a fondo e purtroppo tutti ne cogliamo oggi la rilevanza. Io ho potuto comprendere tutto il disastro avendo le casse dell’assessorato ai Lavori pubblici, lì non c’erano soldi e io feci presente che le promesse elettorali con cui il M5S aveva vinto le elezioni dicevano che avrebbero coperto tutte le buche esistenti.

Dissi che non c’erano i soldi, quindi l’occasione delle Olimpiadi era restituire a questa povera città depredata un minimo di decoro. Con le Olimpiadi potevano arrivare 4-5 miliardi e il sindaco di Roma avrebbe deciso come impiegarli. Non si possono ospitare le Olimpiadi se la città non è dignitosa".

Commentando invece il coinvolgimento dell' Acea sull'eventuale nuovo stadio di Roma, ha invece detto: "Ci sono dei personaggi che hanno attraversato la mia strada . A gennaio, dopo l’arresto di Marra e un terremoto gigantesco che ha sconvolto la giunta comunale, è arrivata questa presenza inattesa e sconosciuta a tutti, un uomo venuto chissà dove e chissà perché: l’avvocato Lanzalone.

Quest’uomo, dopo aver risolto a mio danno il problema dello stadio perché la trattativa la fece lui, assunse la carica economica pubblica più importante a Roma: la presidenza dell’Acea. Un mese e mezzo fa Lanzalone ha detto in un’intervista che potrebbe prendere in carico sia il trasferimento della sede di Acea dalla Piramide all’ansa dello stadio della Roma e sia fare lo sponsor della città. Questo sarebbe costato una ventina di milioni all’anno, quindi la bolletta dei romani non finirà mai di aumentare se noi dobbiamo finanziare lo stadio della Roma".

Ha poi aggiunto che "fino ad oggi ci hanno sempre detto che non bisogna preoccuparsi perché lo stadio lo fa tutto una società privata e non c’è alcun costo per la collettività. Non è proprio così. Quando uno costruisce un grande immobile deve dare per legge dei soldi al Comune, il quale Comune è libero di scegliere dove investirli. In realtà quegli oneri di urbanizzazione vengono reinvestiti per costruire le infrastrutture che servono per rendere accessibile lo stadio della Roma.

Quindi, dato che lo stadio della Roma non è accessibile, dobbiamo prendere dei soldi che spettano alla collettività ed utilizzarli per rendere lo stadio accessibile. Ci sono un’infinità di altri soldi a Roma che possono ospitare lo stadio senza spendere altri soldi e allora quei 20 milioni possiamo spenderli per altro, magari per costruire una tranvia".

In fine l'ex assessore, ha offerto il suo punto di vista riguardo chi, secondo lui, governi davvero Roma: "In campagna elettorale i 5 Stelle avevano detto no alle Olimpiadi, ma avevano anche detto che avrebbero chiesto ai romani di esprimersi attraverso un referendum. Quando io ho chiesto di fare il referendum mi hanno risposto che non si poteva fare perché aveva parlato Grillo, quindi Grillo è il primo vicesindaco di Roma.

Dopodiché c’era il potentissimo Marra. Poi c’era l’avvocato Sammarco che decideva attraverso una chat di mandare via Minenna e la Raineri, quindi evidentemente c’era qualcosa dietro le quinte. Questa città soffre che alcuni mettano finalmente le mani in questo malgoverno in cui qualcuno guadagna. Io faccio sempre un esempio: la soluzione emergenziale del disagio abitativo costa alla collettività romana 30 milioni di affitti di posti osceni come residence in cui la gente non vive bene.

Quindi c’è un pezzo della società romana che ha le proprietà edilizie che guadagna senza far nulla 30 milioni all’anno. È chiaro che se c’è una giunta che ha qualche tensione a risolvere la questione abitativa evidentemente è questo che ha cambiato in due mesi il tentativo laico e civico della giunta Raggi in una giunta che caccia via le persone più indipendenti e qualificate". (Ag. Dire)

 

 


ARTICOLI CORRELATI
"E’ ovvio che gli avversari della sindaca stanno facendo di tutto per buttarla giù e farle fare la fine di Marino“
"La Raggi chieda scusa alla città, anziché prendere un assessore all'urbanistica ha preso un procacciatore di affari"
"Roma non può essere così abbandonata, così degradata, Roma deve essere l’immagine dell’Italia. Roma non se lo merita"
I PIU' LETTI IN POLITICA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Le parole della senatrice saranno anche sincere, ma in chiave politica il messaggio diventa quanto mai ingannevole
Data di pubblicazione: 2019-12-11 11:05:43
2
Azzerata l’imposta sui trasferimenti di denaro all’estero, in barba alle querimonie sull’evasione fiscale
Data di pubblicazione: 2019-12-11 09:26:48
1
Le mense sono in sciopero per due giorni e garantiscono solo i livelli minimi di assistenza
Data di pubblicazione: 2019-12-10 08:51:15
2
"C’è una percezione diffusa del fatto che il sistema politico com’è strutturato oggi, da una parte non funziona, dall’altra non è rappresentativo dei voleri della popolazione"
Data di pubblicazione: 2019-12-09 13:17:29
3
De Priamo: "Vogliamo evitare le conseguenze della fretta imposta dall'ordinanza regionale, scongiurando una decisione di realizzare una discarica a Falcognana"
Data di pubblicazione: 2019-12-10 16:35:15
4
Centrosinistra a caccia dell’entusiasmo perduto. Con un’esca nuova come l’antisovranismo e una stravecchia come “Bella Ciao”
Data di pubblicazione: 2019-12-09 08:51:45
5
"Le maggiori Capitali Europee ricevono dai loro Governi le somme per gestire i costi necessari per svolgere il ruolo di Capitale"
Data di pubblicazione: 2019-12-09 23:44:52
1
La sindaca sceglierà dove localizzare la discarica per evitare che la città a gennaio vada in emergenza igienico-sanitaria a causa della chiusura dell'impianto di Colleferro
Data di pubblicazione: 2019-12-04 20:15:24
2
Altro scontro tra M5S-Pd che difendono le imposte e Iv che non ne vuole sapere: e intanto il Premier è l’unico a non essersi accorto della pletora di balzelli
Data di pubblicazione: 2019-12-07 09:41:53
3
Un luogo comune, rilanciato anche da Roberto Saviano in versione sardina. La vera paura, invece, non è per i metodi ma per i contenuti
Data di pubblicazione: 2019-12-02 11:50:11
4
Per il Premier anche i Ministri grillini sapevano, Di Maio furibondo tuona: “Decide il M5S se e come il trattato passa”. La crisi di Governo è vicina?
Data di pubblicazione: 2019-12-04 08:44:37
5
Il Corriere dello Sport demonizzato per un gioco di parole che non aveva nulla di offensivo. Chi sarà il prossimo?
Data di pubblicazione: 2019-12-07 10:45:05
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]