MORTI SU 2 RUOTE
Roma, Santori: Comune assente a pedalate in ricordo ciclisti uccisi
"Eravamo in tanti a pedalare per ricordare Artiaco ucciso sulla ciclabile in zona Magliana e Moriccioli, ciclista brutalmente ucciso a bastonate da 2 romeni. Ignobilmente assente l'amministrazione Raggi pur invitata"
Il Consigliere regionale Fabrizio Santori

Oggi eravamo in tanti a pedalare da Piazza del Popolo per ricordare due tragici eventi che hanno segnato la storia delle due ruote nella Capitale. L'appuntamento è stato organizzato da Bici Roma che ha dimostrato grande sensibilità nel ricordare Marco Artiaco nell'anniversario della sua morte,  ucciso lo scorso anno sulla ciclabile in zona via della Magliana all’altezza di via Pian due Torri, prolungando il tragitto fino a Tor di Valle, luogo dove dieci anni fa si consumò il terribile omicidio di Luigi Moriccioli, l’altro ciclista brutalmente aggredito e ucciso a bastonate per rapina da due rumeni nell’agosto del 2007 - dichiara Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia - e poi spirato il 4 ottobre dello stesso anno dopo 49 giorni di agonia in ospedale. Alla commemorazione era ignobilmente assente l'amministrazione Raggi che seppure invitata ha pensato di non inviare nessuno.
A Tor di Valle c'erano anche la moglie Gabriella e la figlia Roberta del signor Moriccioli. Per diversi motivi, questi due episodi hanno sconvolto l’intera comunità cittadina, sollevando il gravissimo problema della sicurezza a Roma, sia quella stradale collegata anche alle piste ciclabili, sia quella urbana in generale.

Purtroppo, dobbiamo constatare come queste tragiche scomparse non abbiano determinato un cambiamento nel degrado generale. Uno scandalo vedere come quel luogo sia totalmente abbandonato: a distanza di dieci anni nessun miglioramento ma solo sterpaglie e degrado.
Ancora oggi le piste ciclabili, poche e abbandonate, sono insicure, costellate da accampamenti abusivi, senza illuminazione o colonnine Sos, scarsamente presidiate. La loro manutenzione è pressoché nulla, mentre le bike lane o i tratti in sicurezza lungo le strade praticamente non esistono. C’è un intero popolo di ciclisti, sempre più in crescita, che vorrebbe una città a misura di due ruote e di cui l'Amministrazione Raggi non ha alcun interesse".


ARTICOLI CORRELATI
Un intervento arrivato dopo 1 anno dalla morte del ciclista 47enne Marco Artiaco. "Questa sarebbe la messa in sicurezza che ci hanno fatto attendere per un anno?"
Intervista all'ex sindaco di Roma Gianni Alemanno ad un anno dall'elezione di Ignazio Marino
Sono state sufficienti un paio d'ore di pioggia per determinare gravi infiltrazioni dal soffitto che hanno allagato il pavimento del Pronto soccorso. Sconcerto e sconforto tra i pazienti in sala attesa
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
Fa discutere l'iniziativa di due artisti argentini che hanno realizzato una particolare versione della bambola
1
"Oltre 20.000 persone hanno aderito all'iniziativa, durante il ponte dell'Immacolata e nonostante il forte freddo"
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
Fa discutere l'iniziativa di due artisti argentini che hanno realizzato una particolare versione della bambola
Romait.it è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@romait.it

[ versione mobile ]