SCUOLA
Nidi. Baldassarre: "Prima i Comunali, non paghiamo libertà di scelta"
"Le casse comunali da una parte pagano per i posti vuoti nei comunali e dall'altra pagano per i nidi in convenzione, non si può andare avanti così"

"Dobbiamo fare delle scelte ed essere coerenti con il mandato che ci hanno dato gli elettori: c'è un discorso a favore del pubblico. Stiamo continuando a fare investimenti notevoli per migliorare i nidi comunali sia sul fronte del personale che delle infrastrutture. I nidi convenzionati erano nati come modalità per supplire ad un'offerta carente dei comunali e fanno parte del sistema integrato pubblico-privato. Questo non l'abbiamo cambiato ed anche per l'anno prossimo ci sarà una formazione congiunta per garantire la stessa qualita'".

Così l'assessore alla Scuola del Comune di Roma, Laura Baldassarre, nel corso di un'intervista esclusiva rilasciata all'agenzia Dire. "Rispetto alle richieste degli educatori e delle educatrici come dei presidenti di queste cooperative va detto chiaramente che noi prima di tutto dobbiamo dare la possibilità di avere tutte le strutture comunali fruibili da parte di tutti i bimbi e le bimbe - spiega Baldassarre - Poi ci sono i nidi in convenzione. Però è importante stabilire un principio: per chi sono questi servizi? Sono per i lavoratori e le lavoratrici o per le famiglie e per i bambini?

La libertà di scelta c'è ma questa non può continuare ad essere finanziata dalle casse comunali che da una parte pagano per posti vuoti nei comunali e dall'altra pagano per i nidi in convenzione. Noi siamo amministratori pubblici e non potevamo consentire che si andasse avanti in questo modo".

"A Roma - ha chiarito l'assessore - il sistema integrato pubblico - privato, con nidi comunali e nidi in convenzione, nacque quando c'era una grande richiesta di nidi e i posti per i comunali non erano sufficienti. La novità che abbiamo introdotto, visto che abbiamo stabilizzato gli educatori e le educatrici e stiamo lavorando sulla formazione, e' che da quest'anno abbiamo dato la possibilità alle famiglie di scegliere tra tre nidi comunali e tre in convenzione inserendo delle deroghe, come per chi già frequenta un nido in convenzione, per le famiglie dove c'è già un fratello che frequenta un nido in convenzione, per il nido in convenzione più vicino all'abitazione se si trova entro i 300 metri o per bambini disabili che hanno fratelli con disabilità.

Abbiamo ascoltato le famiglie e fatto tanti incontri anche con gli operatori dei nidi convenzionati e con gli assessori municipali tenendo conto di un sistema che negli anni non era stato rivisto e che ha portato a storture non accettabili". "Tutte le famiglie lo sanno - ha concluso Baldassarre - a Roma ci sono liste di attesa ma anche posti vacanti e 4.500 rinunce. C'è qualcosa che non è andato negli anni e noi stiamo appunto rivedendo complessivamente il sistema e siamo partiti da questa delibera che è il primo atto di una serie che faremo".


ARTICOLI CORRELATI
Primo obiettivo del nuovo regolamento è quello di creare una continuità educativa tra nido e scuola dell'infanzia
"Puntiamo molto sulla scuola, nostro obiettivo è di riscrivere il disegno sulle politiche educative"
"Questa rivoluzione a 5 stelle più che cambiare la città, la sta bloccando"
I PIU' LETTI IN POLITICA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
Il piano prevede la sperimentazione di strisce pedonali con led, nuova segnaletica e nuovi semafori e il prolungamento dell'isola pedonale dov'è la fermata bus
2
Esponenti del Pd romano come Giachetti, saranno presenti in alcune piazze della Capitale per raccogliere firme per il referendum sulla privatizzazione dell'Atac
3
Sblocco del turn over che coinvolgerà nel triennio 2018/2020 circa 400 unità di personale, che andranno a rimpiazzare le altrettante in uscita per pensionamento
4
"Lo abbiamo fatto minimizzando i costi: abbiamo investito 2 milioni di euro contro i 15 milioni spesi nel febbraio 2012 dall'amministrazione Alemanno"
5
La candidatura arriva il giorno del suo compleanno, l'ex sindaco di Roma oggi compie 61 anni ed è l'unico che potrebbe infastidire gli avversari
1
La sindaca su Facebook: "Ama sta lavorando affinché tutte le criticità che si sono verificate si risolvano rapidamente. Stiamo vigilando e non ci fermeremo"
2
L'assessora alla Città in movimento: "Un sistema di trasporto sostenibile, a basso impatto ambientale, per migliorare la qualità della vita di tanti cittadini, lavoratori e studenti che usano ogni giorno i mezzi di trasporto pubblico"
3
"Quando un insediamento va smantellato, a chi lascia do una cifra, dopodiché hai sei mesi di tempo per presentare una soluzione"
4
"La Destra ha la faccia tosta di inventare la bufala secondo la quale vogliamo dare un reddito di sei mesi agli abitanti dei campi"
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]