COMICITA' E ROMANTICISMO
Tirso de Molina, Rodolfo Laganà in "Nudo proprietario 2.0"
"Ho 58 anni e l'età mi ha cambiato tante cose. La prima è il carattere. Infatti prima al computer usavo il 12, ora se non metto minimo il 24 vedo solo una macchia nera"

Dal 5 al 29 novembre Rodolfo Laganà approda al teatro Tirso De Molina con lo spettacolo "Nudo Proprietario 2.0", di Laganà, Cruciani, Quinto, con Gianni Quinto e Roberto Giglo, per la regia di Rodolfo Laganà, un mix di comicità, romanticismo, irrazionalità e tanta musica. Lo spettacolo presenta non poche novità rispetto al fortunato "Nudo proprietario”, con il quale l'attore romano ha trionfato nella passata stagione teatrale. Partendo da una riflessione sull'età, Rodolfo si mette a nudo e racconta se stesso e le avventure con una vita che, dopo aver festeggiato le nozze d'oro dal battesimo, ti cambia radicalmente.

"Ho 58 anni e l'età mi ha cambiato tante cose. La prima è il carattere. Infatti prima al computer usavo il 12, ora se non metto minimo il 24 vedo solo una macchia nera". Affiancato in scena dai suoi unici neuroni rimasti, quello della memoria (Gianni Quinto) e quello della musica (Roberto Giglio), Rodolfo Laganà si confronta con se stesso e apre una divertentissima parabola che comprende il rapporto con il sonno, col sesso, con la politica, con gli altri. E in un personale outing, Laganà ci racconta anche di cosa succede con il cibo, in un cammino che l'attore fa passando per tutti i tipi di diete che ha provato, passando per il marasma dell'alimentazione alternativa, del  biologico e della medicina omeopatica. "Sto facendo tanti percorsi. Sarà per questo che non mi ricordo mai dove ho parcheggiato la macchina".

In questo personale viaggio che Laganà fa sull'età, non mancheranno musica, battute irresistibili, atmosfere surreali e dissacranti in cui ridere e riflettere di un uomo che parlando della sua età, parla di una generazione che per dire ancora la sua è costretta ad adeguarsi al cambiamento, al ritmo, alla velocità, al multimediale, a Facebook, alle tessere del bancomat, alle odissee nel traffico sempre di fretta. Invece, quasi fosse una filosofia zen, il comico romano dice che per essere Nudi proprietari della propria vita bisogna prima di tutto fare una cosa: rimpadronirsi del proprio tempo, liberi da ogni schiavitù che inganni la mente.

Anche perché è solo così, dice Laganà, che si può ancora essere liberi di sognare.    

 

 


ARTICOLI CORRELATI
Il ritorno al teatro di Rodolfo Laganà a distanza di meno di un anno in veste di “Nudo proprietario 2.0”
Vi regalo un sorriso, promette Laganà, quello genuino della mattina
Uno spettacolo che offre allo spettatore la possibilità di riflettere sulle tematiche più profonde e complesse della società contemporanea
I PIU' LETTI IN APPUNTAMENTI I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
La manifestazione, alla seconda edizione, nasce sul connubio tra lusso e vino, coinvolgendo le più importanti case vinicole italiane
2
Dall'allarme OMS agli allevamenti intensivi. Gli esperti a confronto
3
Elena Bonelli presenterà i finalisti della seconda edizione del talent “Dallo stornello al rap”
4
La manifestazione offrirà un nutrito programma culturale, di intrattenimento, degustazione, happening solidali e perfino spirituali
5
Il Teatro dell'Opera di Roma ha accolto con entusiasmo, ha detto Carlo Fuortes, sovrintendente del Teatro dell'Opera di Roma
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]