SPETTACOLI
Alle Terrazze delle Arti "Napoli Buenos Aires Andata e Ritorno"
Il monologo, che alterna momenti di grande divertimento a momenti di forte emozione

Di ritorno dalla tournée in Argentina dove ha rappresentato l’Italia nel programma del Ministero degli Affari Esteri “Italia in America Latina” venerdì 28 Agosto 2015 alle ore 21.00 al Teatro " La Terrazza delle Arti" Palazzo dei Congressi Roma Eur andrà in scena lo spettacolo “NAPOLI BUENOS AIRES ANDATA E RITORNO “ da un’idea di Fatima Scialdone con il testo di Fernando Pannullo. Spettacolo in prosa musica e tango con Milonga a seguire aperta a tutto il pubblico tanguèro, organizzato dall’ Associazione Culturale Tango Eventi , con il patrocinio della Ambasciata della Repubblica Argentina in Italia e I.I.L.A Istituto Italo Latino Americano

"Strano... sento nostalgia... di... di cosa? E’ un sentimento strano; sono qui a Napoli, nella mia patria natale e sento nostalgia... di Buenos Aires... strano". Sono le battute finali della nostra protagonista, costretta a lasciare l 'Argentina e riprendere la via dell'Italia. Dicono che succede spesso a quelli che sono ritornati nella Terra d'origine. … la nostalgia della seconda patria, un impellente desiderio di ritornarvi... e se non sono troppo vecchi e malandati, riprendono la via del ritorno al contrario: "NAPOLI BUENOS AIRES ANDATA E RITORNO". Nota dell'autore.

La voglia di affermarsi in un nuovo paese e la nostalgia della seconda patria, sentimento comune in tutti gli emigranti di qualsiasi razza e nazionalità, qui anche nella malìa del tango. E' lo spettacolo ''Napoli-Buenos Aires'', scritto da Fernando Pannullo,che ne cura anche la regia in collaborazione con la protagonista Fatima Scialdone. Lo spettacolo trae ispirazione dal fenomeno della nostra seconda emigrazione verso l'Argentina, con riferimenti al tango ed alla sorte degli artisti dopo la caduta di Peron, con Tita Merello, interprete indiscussa di Filumena Marturano di De Filippo a Buenos Aires, e con un riferimento storico attento anche alla grande difficoltà degli italiani a rientrare in Patria, cosa che per molti ritrovò in un Console italiano un grande benefattore.

Il monologo, che alterna momenti di grande divertimento a momenti di forte emozione, e' accompagnato da canzoni napoletane e canzoni argentine, eseguite in lingua originale cantate e citate e da Tanghi della più alta tradizione ballati ed interpretati. Alla protagonista dà voce Fatima Scialdone, ricca dell'esperienza dei numerosi viaggi per i suoi spettacoli in tutto il mondo e soprattutto in Sudamerica grazie alla collaborazione da più di dieci anni con Ministero Affari Esteri; come di consueto, alterna la prosa con canzoni, napoletane ed argentine, eseguite in lingua originale o tradotte in lingua napoletana; "lingua"che arricchisce e colora di lampi popolareschi il " parlato" della donna, e tratteggia in modo gustoso il personaggio .La Scialdone è accompagnata al piano dal maestro Andrea Bianchi che ha elaborato anche l'arrangiamento delle musiche e si avvale della partecipazione straordinaria di due grandi artisti e ballerini di Tango: Eduardo Moyano argentino ( qui in versione anche di attore e cantante e coreografo ) e  Daniela Ayala

Al pianoforte il Maestro Andrea Bianchi, l’organizzazione è curata da Roberto Di Palma ed i costumi da Isabella Scialdone.

 


ARTICOLI CORRELATI
Ieri il Presidente del Venezuela ha fatto visita al parco di Montesacro e ha reso omaggio a Chavez
Sul palco si alterneranno vari stili di "Tango Cabaret": da quelli più classici sulla storia e le origini del tango, sino a quelli dai ritmi più moderni
Denuncia contro la prostituzione dilagante
I PIU' LETTI IN SPETTACOLI
GIORNO SETTIMANA MESE
1
La Capitale ha la sua nuova reginetta di bellezza, si chiama Flavia Natalini e viene dal quartiere Ardeatino, bionda, occhi verdi, ha 23 anni
Data di pubblicazione: 2019-08-04 15:44:43
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]