AMBIENTE
Orsacchiotto marsicano salvato dalla forestale a Vallelonga
Si teme per la sorte della madre
Cucciolo di orso marsicano

Un orsacchiotto di tre mesi è stato salvato dalla forestale nei pressi di Vallelonga. Si teme per la sorte della madre. Nella zona del ritrovamento è stato rinvenuto un lupo morto, probabilmente a causa di bocconi avvelenati. Il cucciolo, in attesa delle decisioni che dovrà prendere il Ministero competente, è custodito a Pescasseroli. Si spera nella buona sorte per la madre che, al momento, non è ancora stata ritrovata.


ARTICOLI CORRELATI
Il Parco Nazionale d’Abruzzo è infetto da tubercolosi bovina e l'Orso Marsicano potrebbe risentirne tanto da estinguersi
I PIU' LETTI IN AMBIENTE I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
“Finalmente”, anche in Italia, l'attesissimo e controverso documentario sul Megalodon
2
Nonostante le proteste arrivate da tutto il mondo, il cucciolo di giraffa è stato giustiziato
3
Nuova spedizione in Sud Africa del fotografo naturalista Remo Sabatini dedicato al predatore dei mari
4
AMBIENTE Squalo! Squalo!
Con le spiagge della domenica affollate dai bagnanti torna “l'incubo degli squali” tra avvistamenti veri e presunti
5
La affascinante storia di Raffaella Schlegel e dei suoi squali e della sua vita dedicata all'oceano
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]