AMBIENTE
Emergenza acqua ai Castelli Romani
Da tre settimane(!), centinaia di famiglie lasciate all’asciutto

Sono passate tre settimane e la situazione è sempre la stessa, anzi, peggiora. L’acqua nelle case di diverse zone di Frascati e Monte Porzio Catone, è divenuta un miraggio.

Tre settimane sono tante. Non è più possibile andare avanti in questo modo. Le telefonate di informazioni, prima, di proteste, poi , indirizzate all’Acea Ato 2 non hanno dato alcun risultato se non quello di sentirsi prendere in giro  da qualche operatore dell’azienda in vena di burle fuori luogo.” Katja vive a due passi da Frascati ed  è solo una delle mamme che da venti giorni si trova a fare i conti con quella che è diventata una vera e propria emergenza. “Quando si hanno figli piccoli che vanno a scuola il disagio è ancora maggiore, continua, negli ultimi giorni non si riesce ad azionare la lavabiancheria, vista l’emergenza che ci ha colto assolutamente di sorpresa e che sembra non avere fine”.

Il maggio di questi giorni, che sembra agosto, continua a scottare.

Non si capisce quale tipo di lavoro straordinario possa tenere impegnati tecnici e operai per settimane tanto da dover lasciare a secco la popolazione per quasi tutto il giorno e buona parte della notte. Alcuni acquedotti d’epoca romana sono stati tirati su in meno tempo. Chi scrive, ha provato a contattare, in diverse occasioni, l’azienda responsabile dei disservizi e non è riuscito ad ottenere nulla di accettabile se non le solite frasi di rito o, ancora, bugie quali “Davvero? Non sapevamo ci fosse questo problema. Non ha chiamato nessuno per segnalarlo..” D’altronde, il loro sito web è pieno di tante voci e colori ma, al di fuori di un numero verde dove, ormai, risponde solo un disco stonato, sembra di essere capitati su quello della Casa Bianca! Anzi, no. Già, perché quello a stelle e strisce indica indirizzi mail ai quali rivolgersi in caso di necessità. E allora, vuoi mettere Piazzale Ostiense con la Casa Bianca? Non c’è paragone. Molto più interessante Piazzale Ostiense, dove hanno sede quelli di Acea. Per il resto hanno solo una cosa in comune, i due. Per raggiungere la sede romana di Ato Due, partendo dai Castelli, ci metti lo stesso tempo che impiegheresti per arrivare a Washington DC.

Intanto, e nel frattempo, si fa quel che si può. Supermercati razziati di acqua in bottiglia a poco prezzo e, stavolta entra in campo anche la scienza, una lenta trasformazione di molti utenti in una specie di vampiri che si risvegliano a notte fatta per riempire taniche, pentole e pentolacce di quell’acqua giallastra e maleodorante che sarà disponibile solo poche ore prima di scomparire di nuovo.

Cin Cin!


ARTICOLI CORRELATI
“Finalmente”, anche in Italia, l'attesissimo e controverso documentario sul Megalodon
"Lo abbiamo fatto minimizzando i costi: abbiamo investito 2 milioni di euro contro i 15 milioni spesi nel febbraio 2012 dall'amministrazione Alemanno"
Nonostante le proteste arrivate da tutto il mondo, il cucciolo di giraffa è stato giustiziato
I PIU' LETTI IN AMBIENTE I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
“Finalmente”, anche in Italia, l'attesissimo e controverso documentario sul Megalodon
2
Nonostante le proteste arrivate da tutto il mondo, il cucciolo di giraffa è stato giustiziato
3
Nuova spedizione in Sud Africa del fotografo naturalista Remo Sabatini dedicato al predatore dei mari
4
AMBIENTE Squalo! Squalo!
Con le spiagge della domenica affollate dai bagnanti torna “l'incubo degli squali” tra avvistamenti veri e presunti
5
La affascinante storia di Raffaella Schlegel e dei suoi squali e della sua vita dedicata all'oceano
1
"Un parco immerso nel verde, animato da creature magiche, dove i sogni e i desideri dei bambini possono prendere forma e colore"
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Al via l'operazione 'Andate piano'. Cambiano anche i limiti di velocità
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
"Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso oggi di rientrare nel Camping River"
Romait.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°6/14 del 18/04/2014

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@romait.it

[ versione mobile ]